FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

James Gunn, Disney licenzia regista di "Guardiani della galassia"

Dieci anni fa aveva scritto su Twitter frasi omofobe e razziste, a nulla sono valse le scuse

James Gunn, Disney licenzia regista di "Guardiani della galassia"

Battute infelici su stupro, pedofilia, Olocausto, 11 settembre e Aids che risalgono a 10 anni fa e che il regista di "Guardiani della galassia" James Gunn aveva scritto su Twitter ora gli sono costati il licenziamento. Perché alcuni follower hanno riproposto gli screenshot in rete e il presidente dei Walt Disney Studios Alan Horn li ha ritenuti "indifendibili e incoerenti". Così lo ha licenziato.

Gunn, dopo aver diretto i primi due film della serie (nel 2014 e nel 2017), avrebbe dovuto occuparsi della sceneggiatura e della regia di "Guardiani della Galassia 3".

 

Ma quelle famose frasi, gli sono costate il posto. Alcune erano di questo tenore: "Le risate sono la miglior medicina. Ecco perché rido delle persone con Aids" e "La cosa migliore dell’essere stuprati è quando hai finito di essere stuprato: è tipo: 'quanto è bello non essere stuprato'...".

 

A nulla sono valse le giustificazioni del regista che ha scritto sempre sui social: "Le mie parole di dieci anni fa erano solo tentativi fallimentari e sfortunati di essere provocatorio. Me ne sono dispiaciuto per anni da allora: non solo perché erano stupide, per nulla divertenti, selvaggiamente insensibili e certamente non provocatorie come speravo, ma anche perché non riflettono la persona che sono oggi". James si assume tutte le responsabilità e assicura. "Quello che posso fare oggi, oltre alle scuse, è essere una persona migliore".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali