FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Jacopo Ratini, parole allʼinfinito per affetti insostituibili

Il cantautore romano pubblica il nuovo singolo. Tgcom24 vi offre in anteprima il video con protagonista il noto attore Giorgio Colangeli

Jacopo Ratini, parole all'infinito per affetti insostituibili

Da lunedì 30 novembre è in rotazione radiofonica "Parlo all'infinito", il nuovo singolo di Jacopo Ratini. Il cantautore romano protagonista di Sanremo Giovani nel 2010 torna sulle scene con una canzone che rende omaggio all'importanza e all'unicità dei rapporti affettivi. Il videoclip del brano, già premiato alla tredicesima edizione del "Roma Videoclip" è diretto da Federico Malafronte e vede tra i protagonisti il noto attore Giorgio Colangeli.

Il brano è scritto dallo stesso Ratini e prodotto in collaborazione artistica con Nicco Verrienti (autore di canzoni per Emma Marrone, Antonello Venditti, Chiara Galiazzo, Francesco Renga, Alessandra Amoroso).

"Solo alcune persone riescono a toccarci nel profondo e a farci sentire speciali - spiega Ratini - è con loro che vorremmo che i momenti trascorsi insieme si ripetessero ogni giorno... all'infinito". Oltre a Colangeli nel video appaiono altri volti noti del grande e piccolo schermo, come Ylenia Oliviero, Roberto Fazioli (volto noto degli spettacoli di Lillo & Greg) e Gabriele Merloghi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali