FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Twiggy, lʼicona in minigonna dei mitici Sixties compie 70 anni

A renderla famosa furono le sue gambe, lunghissime e magre, ma soprattutto scoperte. Nel bel pieno del clima effervescente dei Sixties, i mitici anni Sessanta, poco prima che scoppiasse la bomba del Sessantotto, lʼinglese Lesley Hornby, in arte Twiggy, rese la minigonna di Mary Quant universale oggetto del desiderio e si fece conoscere in tutto il mondo, rivoluzionando lʼimmagine della donna. Modella, attrice e stilista, nata il 19 settembre 1949, oggi Twiggy compie 70 anni. La Regina dʼInghilterra le ha da poco attributo il prestigioso riconoscimento di "Dama dell’Ordine dell’Impero Britannico", a lei si sono ispirati artisti del calibro di Andy Warhal e Richard Avedon, ha recitato al cinema (apparendo anche in “The Blues Brothers”), scritto un libro e diventata testimonial per varie case di moda e prodotti di bellezza. Ma nellʼimmaginario collettivo resta per tutti la ragazzina col taglio “da maschietto”, il fisico da "ramoscello", Twiggy appunto in inglese e quella fragilità adolescenziale, che ha affascinato, sedotto e ispirato unʼintera generazione, unʼicona insomma di quella Swinging London, che ha fatto storia.

Twiggy, lʼicona in minigonna dei mitici Sixties compie 70 anni

clicca per guardare tutte le foto della gallery

A renderla famosa furono le sue gambe, lunghissime e magre, ma soprattutto scoperte. Nel bel pieno del clima effervescente dei Sixties, i mitici anni Sessanta, poco prima che scoppiasse la bomba del Sessantotto, l'inglese Lesley Hornby, in arte Twiggy, rese la minigonna di Mary Quant universale oggetto del desiderio e si fece conoscere in tutto il mondo, rivoluzionando l'immagine della donna. Modella, attrice e stilista, nata il 19 settembre 1949, oggi Twiggy compie 70 anni. La Regina d'Inghilterra le ha da poco attributo il prestigioso riconoscimento di "Dama dell’Ordine dell’Impero Britannico", a lei si sono ispirati artisti del calibro di Andy Warhal e Richard Avedon, ha recitato al cinema (apparendo anche in “The Blues Brothers”), scritto un libro e diventata testimonial per varie case di moda e prodotti di bellezza. Ma nell'immaginario collettivo resta per tutti la ragazzina col taglio “da maschietto”, il fisico da "ramoscello", Twiggy appunto in inglese e quella fragilità adolescenziale, che ha affascinato, sedotto e ispirato un'intera generazione, un'icona insomma di quella Swinging London, che ha fatto storia.