FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Fog, alla Triennale di Milano un nuovo festival multidisciplinare tra teatro, musica e danza

Dal 9 marzo al 5 giugno tra ospiti internazionali e arti performative

Fog, alla Triennale di Milano un nuovo festival multidisciplinare tra teatro, musica e danza

La Triennale di Milano alza l'asticella della sua produzione tra ricerca e visione internazionale. La sua vocazione multidisciplinare si mescola con Milano e il suo spirito cosmopolita nell'ambito dell'arte e dell'industria culturale facendo nascere Fog, un nuovo festival di arti performative tra teatro contemporaneo, musica e danza capace di far dialogare tutto questo con l'architettura, il design e l'arte. Fin dal nome sancisce un omaggio ironico e romantico all'immaginario milanese e si pone come invito alla scoperta e alla sorpresa, con l'evocazione di un paesaggio dove i sensi si amplificano, sospesi tra ascolto e riflessione. La prima edizione è in programma dal 9 marzo al 5 giugno con importanti artisti a livello mondiale e giovani realtà e si svolge in vari spazi della Triennale e in altri luoghi della città: 45 artisti, 9 Paesi, 11 produzioni, 90 recite, 15 prime nazionali.

Il festival propone una pluralità di linguaggi e formati, promuovendo una visione aperta che indaga la molteplicità di prospettive e punti di vista con lavori che affrontano argomenti di attualità e rilievo nel mondo del teatro, dell’arte e della società contemporanea.

Tra gli ospiti da segnalare di questa prima edizione l’artista italiano Nico Vascellari, tra i migliori performer attivi oggi nel panorama internazionale; Olivier Dubois, ex-allievo di Fabre coreografo riconosciuto a livello mondiale; Philippe Quesne, artista di punta del teatro contemporaneo francese e internazionale; il regista teatrale Romeo Castellucci (Leone d’oro alla carriera della Biennale di Venezia nel 2013); il celebre coreografo italiano Virgilio Sieni, dal 2013 al 2016 direttore della Biennale di Venezia-Settore Danza; i Nature Theater of Oklahoma, ensemble teatrale di culto con base a New York, in collaborazione con EnKnapGroup, la principale compagnia di danza contemporanea slovena; gli mk di Michele Di Stefano (Leone d’argento alla carriera alla Biennale di Venezia) e i due artisti inglesi Ant Hampton e Tim Etchells (artista e scrittore, direttore artistico di Forced Entertainment, una delle maggiori compagnie della scena d’Oltremanica); Michèle Lamy, musa e compagna del fashion designer Rick Owens e figura storica della night culture losangelina; la pluripremiata regista olandese Lotte van den Berg coinvolta qui in un tandem creativo con il collettivo milanese Strasse; Daniele Ninarello, coreografo e danzatore tra i più interessanti della scena coreografica italiana; il pianista Marino Formenti, definito dal Los Angeles Time come il "Glenn Gould del XXI secolo"; la compagnia Ariella Vidach AiEP con improvvisazioni di danza all’interno del Parco Sempione durante la Design Week; C2C Soundsystem, scuderia del più importante festival avant-pop d’Europa, il torinese Club To Club; il Secret show dell’agenzia Threes e del festival Terraforma (dedicato alla sperimentazione sonora e alla sostenibilità ambientale); Romare, musicista, dj e produttore inglese, in collaborazione con Radio Raheem; i Motus, uno dei gruppi teatrali italiani più conosciuti e apprezzati all’estero; Alessandro Sciarroni, fresco vincitore del Premio Europa Realtà Teatrali, per una performance site-specific con il collettivo Masbedo; Trickster-p, progetto svizzero di ricerca artistica che si muove in un territorio di confine e contaminazione tra diversi linguaggi.

Fog, i performer protagonisti del festival della Triennale di Milano

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali