FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Spettacolo > Pausini mostra un lato inedito con Fossati
10.11.2011

Pausini mostra un lato inedito con Fossati

Divertente e intenso il duetto con Gianna Nannini a tutto rock nel nuovo cd "Inedito"

15:39 - Due anni di silenzio hanno sfornato ben 14 canzoni. Tanti sono i brani inediti del nuovo album di Laura Pausini "Inedito". I fan più fedeli non rimarrano delusi, quelli invece che hanno sempre avuto delle riserve dovranno ricredersi grazie a due perle come "Troppo Tempo" scritto, cantato e suonato da Ivano Fossati e il duetto a tutto rock con Gianna Nannini "Inedito", prodotto da Corrado Rustici.
Sono dunque "Troppo Tempo" e "Inedito" a regalare una Laura diversa, inedita appunto. Il brano cantato con Ivano Fossati è come una carezza. Si parla di relazioni tra passato e presente e la mano di uno dei cantautori più bravi della musica italiana si sente. Laura ondeggia tra le parole "Ogni lacrima nuova ha una storia e un nome/ Ogni uomo ha la sua ombra dietro un sorriso". Poi il rock riconoscibile di Corrado Rustici (che ha collaborato ultimamente con Ligabue per "Arrivederci, Mostro!") apre la canzone "Inedito" dove Laura e Gianna Nannini si divertono a duettare: "Tu sei l'esatto opposto di me per questo è splendido, l'abbraccio corrisposto che c'è è un mondo inedito".

Il secondo singolo, dopo "Benvenuto", sarà la ballatona "Non ho mai smesso" in cui Laura si racconta all'inizio: "Mi ritrovo qui sul palcoscenico di nuovo io (...) Ho cercato la bellezza e l'ho trovata in fondo alla semplicità". Una scelta azzeccata che ci regala una cantante nel pieno della forma e a suo agio nel classico e riconoscibile stile che ha conquistato l'America e l'Europa in questi anni di carriera.

Toccante, intima e familiare la parentesi in "Celeste", "Nel primo sguardo", "Tutto non fa te" e "Ti dico ciao" non a caso poste in chiusura del disco. "Avrai gli occhi di tuo padre e la sua malinconia (...) Avrai libri e secchielli luminosi, "amarcord" saranno neri come i miei, i tuoi capelli ma in un attimo lo so volerai via" e l'inciso "Ti aspetterò e prima o poi arriverai senza far rumore". E' un augurio a se stessa, che Laura fa in "Celeste" che inizia con accordi di pianoforte.

"Tutto non fa te" è dedicata alla mamma "così ti scrivo che mi manchi potessi averti accanto possiamo avere molto mamma e perderci altrettanto". "Nel primo sguardo" - brano firmato da Laura con Niccolò Fabi - è un sincero dialogo tra sorelle. Laura canta con Silvia in assoluta sincerità: "Come quando io mi lancio e voglio che sia tu a preparare il mio paracadute". Infine "Ti dico ciao" è una piccola ed intima preghiera della cantante.

"Inedito", prodotto dalla Pausini e dal compagno e chitarrista Paolo Carta, è un album ben suonato, prodotto e arrangiato. Non è un caso che sono state mobilitate per gli archi diverse orchestre: tra tutti la Royal Philarmonic Orchestra ("Come vivi senza me" e "Ti dico ciao") e i Solis String Quartet ("Ognuno ha la sua matita" e "Inedito"). Ha partecipato con la chitarra anche il compagno di Elisa, Andrea Rigonat, nel brano "Tutto non fa te". Per i testi la parte del leone la fa Niccolò Agliardi che firma a quattro mani con Laura ben sei canzoni. Forse 14 brani sono un po' troppi per un album che ha molto da dire ma che poteva essere anche raccontato in 10 tracce. Però la voglia di condividere le emozioni maturate in questi tempi era tanta e Laura ancora una volta ha seguito il cuore e l'istinto, caratteristiche che l'hanno portata al successo planetario.
Andrea Conti
OkNotizie
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile