FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Aretha Franklin non ha lasciato un testamento

I beni della regina del soul saranno divisi in parti uguali tra i quattro figli

Aretha Franklin non ha lasciato un testamento

La regina del soul non ha lasciato nessun testamento, così i quattro figli di Aretha Franklin hanno presentato un documento dicendosi parti interessate all'eredità. Mentre la nipote ha chiesto alla corte di nominarla rappresentante personale del patrimonio. A rivelarlo sono i media Usa sottolineando che secondo la legge del Michigan se una persona non sposata muore senza testamento, i suoi beni sono divisi in parti uguali tra i figli.

Don Wilson, avvocato di lunga data della regina del soul, morta a 76 anni la settimana scorsa, da tempo le suggeriva di costituire un fondo fiduciario, ma lei non se ne è mai preoccupata: "Avrebbe accelerato le cose mantenendo la situazione privata", ha spiegato.

 

Il timore, infatti, è che ora le rivendicazioni possano portare ad un lungo scontro in tribunale. "Spero che non ci sia una dura contestazione sul patrimonio", ha affermato Wilson, sottolineando come "in mancanza di testamento o istituzione di un trust finisce sempre per essere una lotta".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali