FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Al Bano sui fischi all'Arena di Verona: "Non li avrei presi senza Sgarbi"

Il cantante torna su quanto accaduto durante il concerto-tributo a Battiato: "Una vergogna simile è solo da dimenticare"

Al Bano
instagram

"I cinque minuti più inutili della mia vita artistica": così Al Bano definisce i fischi con i quali è stato accolto martedì scorso all'Arena di Verona durante una serata dedicata a Franco Battiato. Il cantante era insieme a Vittorio Sgarbi. E, in un'intervista al Corriere della Sera, dice che probabilmente quei fischi non ci sarebbero stati se non fosse salito sul palco proprio insieme al critico.  

"Una vergogna da dimenticare" - "Penso di no, non so. Ma tutti hanno pensato che il pubblico non si fosse comportato bene. Una vergogna simile è solo da dimenticare". E' questa la risposta che l'artista di Cellino San Marco dà al quotidiano quando gli viene chiesto se la sua presenza sul palco senza Sgarbi avrebbe potuto cambiare le cose. Il cantante ha spiegato di aver partecipato a quella serata proprio per l'amicizia che lo lega al critico: "Non era previsto che fossi lì. Ero con lui a una serata ad Abano Terme quando mi ha detto di seguirlo, che mi avrebbe portato all'Arena dove c'era anche sua sorella con gli Extra Liscio". Cosa che Al Bano ha fatto senza chiedere spiegazione e senza sapere neanche che quella serata fosse dedicata a Battiato. "Non sapevo niente. Ma sono entrato con i fischi e uscito con gli applausi". 

 

 

Politica e vaccini - "Fascisti, fascisti" sono le parole rivolte dal pubblico insieme i fischi. Ma Al Bano nega che possano esserci dietro motivazioni politiche: "Non ho mai espresso pensieri politici" taglia corto. Ha manifestato invece la sua adesione alla campagna vaccinale. "Il vaccino è la salvezza dell'umanità da sempre" spiega.

 

"Mi amano di più all'estero"  - Cinque minuti da dimenticare, dunque. E che, probabilmente all'estero, dove Al Bano si considera più amato, non ci sarebbero stati. "In Italia sono considerato l'amico di famiglia mentre all'estero mi apprezzano per la musica: il gossip non esiste". 

 

Al Bano in quarantena diventa un ragazzo di campagna

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali