IL FUORISALONE

Audi House of Progress, oltre 100mila visitatori per l’edizione 2023

La Casa dei Quattro anelli taglia il traguardo dei dieci anni di presenza alla Milano Design Week

04 Mag 2023 - 21:09
1 di 20
© Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa © Ufficio stampa

© Ufficio stampa

© Ufficio stampa

Sono oltre 100mila i visitatori che hanno fatto tappa all'Audi House of Progress nel corso della Milano Design Week 2023, confermando Audi come uno dei protagonisti indiscussi quando si parla di design e innovazione. Il connubio tra il Fuorisalone e la Casa dei Quattro anelli ha tagliato il traguardo dei dieci anni: è infatti dal 2014 che Audi è presente alla Milano Design Week per momenti di confronto e scambio in grado di generare conoscenze trasversali e apertura di pensiero, contribuendo alla rigenerazione di luoghi iconici. 

Un racconto a più voci grazie alla presenza di personaggi che hanno al centro del loro operato l’attitudine al futuro: momenti di scambio durante i quali sono state messe a confronto realtà diverse ma complementari per cercare di esplorare il futuro della mobilità e dare risposte alle esigenze del domani.

Dieci anni fa, a fianco di Interni come co-producer del Fuorisalone, Audi dava vita alla sua presenza istituzionale con Audi City Lab in occasione della settimana del design aprendo le porte del primo temporary hub nel cuore del Quadrilatero, proseguendo poi, edizione dopo edizione, ad animare location uniche e in più casi aperte per la prima volta al pubblico di visitatori e appassionati.

La Design Week 2023 di Audi

 Durante la Design Week 2023 la vision Audi ha preso forma con dibattiti e talk che, partendo dalla centralità dell’uomo, hanno raccontato come innovazione e progresso debbano muoversi in sintonia con gli altri asset del Brand, quali intelligenza artificiale, mobilità a zero emissioni, carbon neutrality ed economia circolare.

Valori che sono stati interpretati dalle installazioni di designer e architetti di fama internazionale: dalla creazione di Moritz Waldemeyer in via Montenapoleone all’apertura della Torre Velasca illuminata dal light designer Ingo Maurer, ai capolavori artistici di Yuri Suzuki prima e dello Studio Mad Architects poi in Corso Venezia 11, dall’installazione dell’architetto Hani Rashid "accompagnata" dalla performance del maestro Ludovico Einaudi presso l’Arco della Pace, fino all’opera United For Progress di Mario Cucinella Architects all’interno di BAM - Biblioteca degli Alberi Milano e all’installazione a cura di Marcel Wanders in Via della Spiga, dalla House of Progress di Piazza Cordusio alla presenza di questo aprile al Portrait con The Domino Act di Gabriele Chiave.

Le anteprime Audi della Design Week

 Nel corso degli anni la Casa di Ingolstadt ha inoltre dato vita ad anteprime nazionali per il pubblico italiano valorizzando la vetrina d’eccezione offerta dalla Milano Design Week: dalla show car Audi prologue alla Audi Q2, dall’anticipazione del futuro della mobilità con Audi AIcon concept alla Gran Turismo Audi RS 5, da Audi e-tron e Audi Q4 protagoniste della mobilità elettrica ad Audi A6 Avant e-tron concept fino a grandsphere e skysphere concept, anticipazione del design Audi del futuro.

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri