FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Torna Confessione Reporter

Stasera su Rete4 il primo appuntamento con i reportage di Stella Pende

Stella Pende torna in TV con Confessione Reporter, sei appuntamenti con l’approfondimento più classico, al via su Retequattro dal 2 novembre in seconda serata.
 
Nella prima puntata, l’inchiesta-choc Figli di preti.
Dopo lo scandalo dei religiosi pedofili, un'altra ombra sul mondo della Chiesa. La svela un’indagine che riguarda migliaia di giovani: i figli dei religiosi. Nati da preti che professano ancora il loro sacerdozio. Spesso poveri, senza sostegni, sofferenti e soli.
Voci, incontri, denunce, ma anche grandi storie d’amore di religiosi che hanno avuto il coraggio di lasciare l’abito talare e formare una famiglia.
 
Il 9 novembre, l’appuntamento con Confessione Reporter è Niger: figli della tortura.
La verità sulla Libia? Arriva dal Niger. Torture, pianti, ricordi terribili, ragazzi e ragazze traumatizzati per la vita. Questi i racconti e le voci raccolte in Niger, frontiera estesa della Libia, paese che qualcuno definisce libero e che invece oggi è il palcoscenico di un vero massacro: quello degli immigranti. 

Il 16 novembre è la volta di Una madre per tutti: maternità per altri.
Sono circa 60 al mese, le coppie sterili che partono dall’Italia per andare in Ucraina a cercare una donna che avrà un figlio per loro. E poi ci sono quelle che andranno in America, in Canada, in Russia, in India. La maternità surrogata è lo sfruttamento del corpo di una povera donna bisognosa o è un dono che la madre portatrice fa a una coppia di genitori che non potranno mai avere un figlio loro? “Confessione Reporter” aiuta i telespettatori a capire.
 
Il 23 novembre, Stella Pende propone il reportage Rinati.
Come stanno, chi sono i sopravvissuti delle grandi tragedie? Uomini, donne, ragazzini, che sono stati giorni sotto le macerie, che hanno passato 46 ore dentro una grotta allagata, che hanno fatto un volo di 30 metri dal Ponte Morandi di Genova, ma oggi sono vivi? La loro è una nuova esistenza? E che cos’è la resilienza? Lo racconta “Confessione Reporter”.
 
Il 30 novembre, approfondimento su Le nuove Politkovskaja.
Ampio reportage, sulle giornaliste barbaramente uccise nel mondo. Al centro del racconto, il loro coraggio di lavorare - nonostante le minacce di morte - sulla corruzione e sui peccati dei loro governi.
 
L’appuntamento del 7 dicembre, infine, è un meglio di quanto proposto nell’arco delle precedenti puntate.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali