FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Suicidio: raddoppiate le richieste di aiuto durante e dopo il lockdown | E nei prossimi mesi... 

I dati arrivano da Telefono Amico Italia: a chiamare sono soprattutto gli uomini (58%) con età compresa tra i 26 e i 35 anni

benessere, salute, salute mentale, giornata mondiale della salute mentale

"I prossimi mesi potrebbero essere particolarmente delicati sul fronte della sofferenza psicologica a causa degli effetti sull'economia dell'emergenza sanitaria. E' fondamentale preparare sin d'ora la popolazione alle difficoltà". A ribadirlo è lo psichiatra Diego De Leo in occasione della Giornata Mondiale per la Prevenzione del Suicidio, fissata per il prossimo 10 settembre. E nei mesi precedenti la situazione non è stata per nulla facile: quasi 2mila le richieste di aiuto ricevute da Telefono Amico Italia, una cifra raddoppiata rispetto allo stesso periodo del 2019.

Paura del futuro - Oltre alle conseguenze della crisi finanziaria dovuta alla pandemia che potrebbero spingere molte persone a reazioni estreme, anche i mesi di quarantena hanno avuto ripercussioni sulla salute mentale della popolazione. "Il Covid ha aumentato da subito i livelli di depressione, ansia, ossessività, fobie, irritabilità, paura del contagio e violenza domestica", ha spiegato De Leo, che ha aggiunto: "L'aspetto critico di questa emergenza potrebbe risiedere proprio nei timori per il futuro, soprattutto in termini di occupazione e di bilanci delle famiglie, cui si associano frequentemente problemi di salute psichica".

Netto aumento delle richieste d'aiuto - Quasi 2mila le richieste di aiuto ricevute da Telefono Amico Italia, organizzazione di volontariato attiva da oltre 50 anni, nei primi sei mesi del 2020. Oltre il doppio rispetto a quelle dello stesso periodo dello scorso anno. A rivolgersi all'organizzazione sono persone attraversate dal pensiero del suicidio o preoccupate dalla possibilità che un proprio caro commetta un gesto estremo.

L'identikit di chi chiama - "Negli ultimi mesi abbiamo riscontrato un netto aumento di telefonate e messaggi ai nostri tre servizi di ascolto", ha dichiarato la presidente di Telefono Amico Italia Monica Petra. Sono soprattutto gli uomini (58%) con età compresa tra i 26 e i 35 (22%) a rivolgersi al numero unico. In circa il 40% dei casi le chiamate sono arrivate da persone che hanno chiesto aiuto per sé, mentre il restante 60% dei casi è costituito da persone che hanno chiamato perché preoccupate per altri. Il servizio WhatsApp Amico è stato invece utilizzato principalmente da donne (54%) con età compresa tra i 18 e i 25 anni (35%). Prevalenza delle donne anche nelle segnalazioni ricevute dal servizio mail M@ilAmica.

"Questo significativo aumento delle richieste di aiuto potrebbe essere legato non solo alle conseguenze psicologiche dell'emergenza Covid-19, ma anche al fatto che finalmente, pian piano, si sta sgretolando il tabù sul suicidio e si inizia a chiedere aiuto con più facilità e meno vergogna", ha spiegato Petra.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali