FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il fumo seconda causa di malattie cardiovascolari: attenzione al cuore

Il 31 maggio è la Giornata mondiale senza tabacco, Lilt e Fondazione Veronesi protagoniste nella sensibilizzazione

Il fumo seconda causa di malattie cardiovascolari: attenzione al cuore

Quando si parla di danni del fumo da sigaretta la prima cosa a cui si pensa sono i polmoni. In realtà fumare mette in pericolo anche un altro organo vitale: il cuore. "Tabacco e malattie cardiache" è proprio il tema principale della Giornata mondiale senza tabacco del 2018. L’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1988 ha scelto di dedicare un giorno, il 31 maggio, alla lotta al vizio.

Il focus di quest'anno non è casuale: il tabagismo è infatti la seconda causa di malattie cardiovascolari. Fumare o subire passivamente il fumo fa restringere o dilatare vene e arterie, aumenta la pressione sanguigna e accelera la formazione di placche nei vasi. La colpa, ovviamente, è delle sostanze che si sprigionano con la combustione del tabacco, soprattutto il monossido di carbonio che provoca un’insufficiente ossigenazione dei tessuti.

Per questo chi fuma ha più possibilità di avere infarti, ictus cerebrali e aterosclerosi. In occasione della Giornata, Regioni, Comuni e Asl hanno organizzato diverse iniziative in un Paese in cui i fumatori sono 11,7 milioni, più del 22% della popolazione, che ogni anno conta tra i 70mila e gli 83mila decessi causati dal fumo.

La Lilt – Lega italiana per la lotta contro i tumori – ha lanciato una campagna di sensibilizzazione. Tra le immagini scelte un paio di chiavi e una porta aperta per “aprirsi alla buona salute”. Mentre già da qualche giorno, a Milano, in piazza Scala, è spuntata una maxi sigaretta spenta, un’iniziativa della Fondazione Veronesi accompaganta dallo slogan "Spegni l'ultima".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali