FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Calabria: Sellia rischia di scomparire Eʼ "vietato morire" per ordinanza

Il sindaco del minuscolo paesino, 500 abitanti, ha emesso la singolare ordinanza accompagnandola con un pressante invito ai controlli sanitari

Calabria: Sellia rischia di scomparire E' "vietato morire" per ordinanza

Cittadini in fuga e, tra i pochi rimasti, sei ultrasessantacinquenni su dieci: è la situazione di Sellia, piccolo borgo medievale alle porte di Catanzaro in fase di spopolamento. Dove, per evitare di sparire, il sindaco ha ordinato alla popolazione di non morire. Il primo cittadino ha emesso una vera e propria ordinanza in cui si "fa divieto di morire" invitando tutti a occuparsi con più attenzione della loro salute.

Calabria: Sellia rischia di scomparire E' "vietato morire" per ordinanza

Il provvedimento è l'ordinanza numero 11 del 5 agosto 2015 ed è firmata da Davide Zicchinella, medico pediatra. Sallia non è l'unico Comune calabrese a rischio estinzione. Sono tanti i paesi della regione che sono a rischio sopravvivenza. Ecco allora la singolare iniziativa, a cui si affianca una proposta dell'amministrazione comunale: a giugno è infatti stato allestito a Sellia, in convenzione con l'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, un punto prelievi con annesso centro servizi sanitari.

L'ordinanza prevede incentivi e agevolazioni per quanti aderiranno all' "obbligo" mantenersi in buona salute e, viceversa, meccanismi sanzionatori per quanti dimostreranno disinteresse. "La risposta dei nostri concittadini - dice Zicchinella - è stata più che incoraggiante: cento persone, in un mese di attività della struttura, ne hanno usufruito. Un risultato non da poco che coglie lo spirito della nostra iniziativa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali