FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Il 30 giugno 1995 andava in onda l'ultima puntata di "Non è la Rai"

Venticinque anni fa chiudeva definitivamente il programma che lanciò Ambra Angiolini: rivediamo tutte le ragazze che tornano sul palco per lʼultima volta

 

Era il 30 giugno 1995, quando su Italia 1 andavano in onda le lacrime delle ragazze di "Non è la Rai". l'ultima puntata della quarta e conclusiva stagione del popolare programma ideato da Gianni Boncompagni, diventato un fenomeno di costume e icona degli anni Novanta.

Prima condotto da Enrica Bonaccorti, poi da Paolo Bonolis, entrambi circondati da un esercito di giovanissime, belle e scatenate ragazze, il programma fu poi affidato nelle ultime due stagioni a una 16enne spigliata e di talento, Ambra Angiolini, che ancora oggi resta uno dei simboli di quella trasmissione di successo. Ma furono tantissime le personalità del mondo dello spettacolo che proprio grazie a "Non è la Rai" mossero i loro primi passi, fra loro: Claudia GeriniAntonella Elia, Yvonne Sciò, Nicole Grimaudo, Lucia Ocone, Romina Mondello, Sabrina Impacciatore, Miriana Trevisan o Antonella Mosetti.

Il 30 giugno di 25 anni fa fu sempre Ambra a richiamare sul palco per l'ultima volta, e in ordine alfabetico, tutte le ragazze che negli anni precedenti avevano partecipato al programma, in uno dei momenti più commoventi della trasmissione.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali