FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vola lo spread, ma il governo tira dritto | Conte: "Riforme nel 2019, acceleriamo la discesa consistente del debito"

Il premier dopo il vertice a Palazzo Chigi: "Confermiamo la linea della Manovra". Di Maio: "Debito giù anche con il taglio degli sprechi"

Vola lo spread, ma il governo tira dritto | Conte: "Riforme nel 2019, acceleriamo la discesa consistente del debito"

"Confermiamo le anticipazioni sulla Manovra che ci avevano indotto a definirla seria, razionale e coraggiosa". Lo afferma il premier Giuseppe Conte in una nota al termine del vertice a Palazzo Chigi. "Confermiamo - si legge - il programma delle riforme annunciate che partiranno già dal 2019. Abbiamo lavorato a disegnare la Manovra in modo da accelerare la discesa del rapporto debito/Pil in modo consistente nell'arco del triennio".

Impennata dello spread, giù Piazza Affari - Le parole di Conte arrivano al termine di una giornata in cui resta alta la tensione con Bruxelles. Un clima che alimenta l'impennata dello spread: il differenziale fra i Btp e i Bund tedeschi sfonda i 300 punti base e Piazza Affari chiude nuovamente in rosso dopo una seduta all'insegna del nervosismo. In attesa della pubblicazione della nota di aggiornamento al Def, dove saranno fissati i nuovi parametri per deficit, debito e crescita e che è attesa mercoledì in Parlamento, la questione è stata al centro di un nuovo vertice di governo convocato a Palazzo Chigi dal premier Giuseppe Conte.

Il vertice a Palazzo Chigi - "Tutti insieme avanti determinati con gli impegni presi", twitta il presidente del Consiglio insieme alla pubblicazione di una foto della riunione dove si vedono seduti attorno ad un tavolo Salvini e Maio, il ministro dell'Economia Giovanni Tria e i suoi vice Massimo Garavaglia e Laura Castelli, il ministro degli Esteri Enzo Moavero. L'esecutivo giallo-verde tiene la linea approvata nel Consiglio dei ministri: "Non torneremo indietro di un millimetro", assicura Di Maio di fronte alle ipotesi che circolano di una revisione dell'indebitamento nel prossimo triennio.

Di Maio: "Diminuzione del debito grazie al taglio degli sprechi" - E proprio Di Maio al termine del vertice ribadisce che "la manovra del popolo sarà coraggiosa e conterrà tutto quello che gli italiani ci hanno chiesto. Nessuno deve restare indietro: con i 10 miliardi per il reddito di cittadinanza diamo a tutti la possibilità di ricostruire il proprio futuro. Ci sbarazzeremo poi della legge Fornero, perché tutti hanno diritto ad andare in pensione serenamente e i giovani hanno diritto ad entrare nel mondo del lavoro, rispondendo anche alle esigenze delle imprese. Stanzieremo un miliardo e mezzo di euro per risarcire i risparmiatori truffati dalle banche". Poi, sui timori per quel 2,4%, assicura che "si punta a una diminuzione del debito grazie alla crescita che ci sarà e ai tagli agli sprechi prodotti dal lavoro del nostro team 'mani di forbici'".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali