FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sardine vs Salvini, scontro tra piazze a Bibbiano | Santori: "Abbiamo vinto 7 a 0"

Il leader della Lega porta al comizio la mamma di Tommy e attacca sui pusher. Duro Zingaretti: "Assomiglia sempre di più a un untore, sparge paura, odio e disperazione"

Bibbiano, le Sardine scendono in piazza cantando "Bella Ciao"

Migliaia di persone raccolte in un prato al lato di piazza Libero Grassi a Bibbiano hanno cantato "Bella ciao", mostrando cartelli con il disegno delle sardine. Gli organizzatori hanno chiesto alla gente di guardare in alto perché durante la canzone, è passato un drone che ha ripreso le persone.

E' scontro tra piazze a Bibbiano, simbolo dell'inchiesta sugli affidi, tra la Lega e il movimento delle Sardine, per le ultime battute della campagna elettorale prima delle Regionali di domenica. Matteo Salvini, in piazza della Repubblica per sostenere la candidata leghista Lucia Bergonzoni, porta sul palco anche la mamma di Tommy, il piccolo rapito e ucciso nel 2006. A pochi metri, in piazza Libero Grassi, la contromanifestazione delle Sardine.

A conti fatti, dalle prime stime non ufficiali, la sfida numerica sembra essere stata vinta dalle sardine, con oltre 4mila persone, contro il migliaio raccolto dall'ex ministro dell'Interno. Santori addirittura dice che hanno vinto 7 a 0. Noi in piazza sette volte più della Lega", attacca il portavoce bolognese.

 

E poi, aggiunge, la piazza leghista "è costruita, qui ci sono persone vere. Lì c'è chi fa politica un giorno ogni cinque anni, qui sono sicuro che c'è gente che fa politica nella vita quotidiana. E' evidente che non basta comprare quella parte del Paese che viene in piazza solo perché ci sono le elezioni".

 

Le Sardine, rivendicano due attivisti reggiani aprendo la manifestazione a Bibbiano, sono "un mare colorato e hanno inceppato la macchina dell'odio. Noi abbiamo scelto come farlo ma questa piazza si è fatta da sola, ed è bastato uscire di casa e andare nel mondo reale".

 

A due giorni dal voto regionale altissimo anche lo scontro con il Pd. Contro l'ex ministro dell'Interno, durissimo il commento del segretario dem, Nicola Zingaretti: "Salvini - dice da Ferrara - assomiglia sempre di più a un untore, come nel Cinquecento, che gira per botteghe e negozi spargendo paura, odio e disperazione".

 

Anche il capo della Polizia, Franco Gabrielli, attacca la scelta dell'ex ministro di citofonare a un presunto spacciatore: "Stigmatizzo - dice - sia quelli che fanno giustizia porta a porta sia quelli che accusano la Polizia in maniera indiscriminata". Un palco inedito quello allestito dalla Lega: nessun simbolo di partito, ma solo una grande scritta che sarà il leit motiv di tutta la manifestazione "Giù le mani dai bambini!".

 

Matteo Salvini, comizio a Bibbiano: con lui anche la mamma del piccolo Tommy

"Giù le mani dai bambini!". E' la scritta bianca su fondo rosso che la Lega ha utilizzato come scenografia per l'evento organizzato a Bibbiano per la chiusura della campagna elettorale in provincia di Reggio Emilia.

Salvini avverte in apertura che non si tratta di un comizio tradizionale della Lega: "Questa non è una serata di partito, ma una serata che dovrebbe riunire tutte le persone perbene perché quando si tratta di difendere i bambini dovremmo essere tutti uniti", dice annunciando la presenza sul palco "della mamma del piccolo Tommy, il bambino di 18 mesi rapito e ucciso da tre bestie e una di quelle bestie è già in permesso premio".

 

Quindi spiega che "i protagonisti saranno solo mamme, papà e bambini. Purtroppo - aggiunge - ci sono alcune centinaia di mamme e papà e vittime di ingiustizie, ma abbiamo chiesto a 5 testimoni di parlare anche a nome di chi non c'è più". Poi però non riesce a evitare di lanciare una punzecchiatura alle sardine della piazza accanto: "Dispiace che a qualche metro di distanza da qui ci sia qualcuno pronto a fare polemica: il bene dei bambini - ribadisce - dovrebbe unire tutti".

 

Uno dopo l'altro, mamme e papà coinvolti nell'inchiesta si sono succeduti nel raccontare la loro vicenda. Una mamma riferisce che una sua figlia "è diventata adottabile" e in seguito a questo trauma il padre, partigiano della zona, è morto. Un papà ha quindi esortato tutti, nel caso in cui ci i accorgesse di un problema nei vicini "di invitarli a prendere un caffè ma non parlare con i servizi sociali". 

 

"Mi è spiaciuto che a Bibbiano, dove tutti avrebbero dovuto unirsi, le Sardine fossero in un'altra Piazza a fare casino. Non gli rende onore, sulla difesa dei bambini dovremmo essere tutti uniti". Così Salvini intervistato a "Dritto e rovescio" su Rete 4. "Se al primo punto del programma c'è cancellare i decreti sicurezza, siamo lontanissimi. Se qualcuno vuole smontare i decreti che danno soldi e poteri a sindaci, polizia e carabinieri, piu' che sardina è un pesce lesso", aggiunge.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali