FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Scuola, Azzolina a La Stampa: "Lezioni nei B&B, nessuno si scandalizzi" | Poi la smentita: "Non l'ho mai detto"

Il ministro nel mirino per una gaffe su Twitter: "Lʼinfrazione ad opera di ladri"

"Ogni giorno si cerca un pretesto per fare una polemica sulla scuola. Non è certo lo spirito giusto per affrontare una sfida così impegnativa e che riguarda tutti. Ci si è ormai abituati persino a leggere frasi virgolettate che non sono mai state pronunciate". Il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, bolla come "fake news" il virgolettato riportato da La Stampa sulle lezioni nei Bed and Breakfast.

"Andare a lezione in un Bed&Breakfast? Non c'è nessuno scandalo, si devono trovare nuove soluzioni", aveva riportato il giornale attribuendo le parole al ministro. "Quando devi far rientrare 8 milioni di studenti, garantendo il distanziamento, è chiaro che si pone la necessità di adeguare gli spazi. Sono al lavoro senza sosta su organici e immissioni in ruolo, questo tema della mancanza di aule non è nuovo né ci deve scandalizzare il fatto che si studino soluzioni alternative, come i Bed&Breakfast. Ho sempre detto fin dal primo momento in cui abbiamo affrontato l'emergenza Covid che ci sarebbe stato un problema di spazi".

 

 

Parole che però sono state smentite proprio dalla Azzolina.  "Come ripeto da settimane anche ai tavoli regionali cui ho partecipato - si legge in una nota del ministero -, gli Enti locali, che sono i proprietari degli Istituti scolastici, lavorano insieme ai nostri Uffici regionali per individuare nuovi spazi in vista di settembre. Ulteriori risorse sono appena state stanziate col Decreto Agosto. Naturalmente servono locali adatti a fare lezione e che rispettino i criteri di sicurezza". 

 

Nel mirino per l'ultima gaffe sui social Intanto sui social non è passato inosservato un tweet del ministro con un errore che sicuramente le sarebbe costato una bocciatura in italiano. Il messaggio era in commento a quanto accaduto in una scuola pugliese. "L’IC Virgilio - Salandra di Troia (FG) ha subito un’infrazione ad opera di ladri che hanno fatto dei danni, per fortuna piccoli ma pur sempre meritevoli di condanna. Ho sentito la DS Maria Michela Ciampi, al lavoro per la ripartenza, per rinnovarle la vicinanza del Ministero". Tutto bene nel contenuto. Meno nella forma: anziché "infrazione", infatti, la Azzolina avrebbe dovuto usare "effrazione" per descrivere l'azione dei ladri.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali