FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Salvini avvisa i sindaci: "Distratti sullʼillegalità? Ci sono i prefetti"

Il ministro dellʼInterno si scaglia contro le carenze dei primi cittadini: "Il decreto sicurezza offre armi in più per combattere occupazioni, degrado e abusivismo

Salvini avvisa i sindaci: "Distratti sull'illegalità? Ci sono i prefetti"

Se i sindaci non contrastano illegalità e degrado nelle proprie città, i prefetti sono "pronti ad intervenire per supplire" le carenze dei primi cittadini. Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini sottolineando che "il Viminale e il decreto sicurezza offrono armi in più per combattere" occupazioni, degrado, abusivismo e illegalità. "Nelle prossime ore invierò ai prefetti una direttiva per cacciare i balordi dalle città", ha aggiunto.

"In caso di sindaci distratti c'è sempre il supporto dei prefetti. Un esempio è l'ordinanza anti-balordi del prefetto di Firenze Laura Lega, s. La direttiva verrà applicata in tutta Italia".

Nella comunicazione inviata dal ministero dell'Interno alle prefetture si legge che "l'esperienza nei territori ha evidenziato l'esigenza di intervenire con mezzi ulteriori ogni qual volta emerga la necessità di un'azione di sistematico 'disturbo' di talune condotte delittuose che destano nella popolazione un crescente allarme sociale".

L'Anci ribatte: non saremo commissariati - "Noi sindaci amministriamo ogni giorno, tra mille difficoltà e non abbiamo bisogno di essere commissariati da nessuno". Così il presidente e sindaco dell'Anci, Antonio Decaro, sulla direttiva ai prefetti anti-degrado urbano firmata dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini. Il ministro, aggiunge Decaro, "non perde occasione per prendersela con i sindaci che invece dovrebbe considerare come suoi alleati, perché sono gli unici a conoscere il territorio".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali