FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Referendum costituzionale, entro metà ottobre la sentenza del Tar del Lazio

I legali dei 5 Stelle e di Sinistra italiana hanno illustrato in modo generico il temi del ricorso da loro proposto

Referendum costituzionale, entro metà ottobre la sentenza del Tar del Lazio

La sentenza del Tar del Lazio al ricorso di M5s e Si sul quesito del referendum arriverà entro metà ottobre. E' quanto si apprende alla fine dell'audizione davanti al presidente della seconda sezione bis Elena Stanizzi nel corso della quale i legali dei 5 Stelle e di Sinistra italiana hanno illustrato in modo generico il temi del ricorso da loro proposto. All'audizione era presente anche l'avvocatura dello Stato.

Secondo quanto comunicato dagli stessi legali al termine dell'audizione, "oggi non ci sarà alcun decreto monocratico ma il presidente ha preannunciato la fissazione di un'udienza straordinaria di discussione davanti al collegio intorno a metà ottobre".

Alla fine di quell'udienza ci sarà una sentenza che poi sarà pubblicata in tempi ristretti. Tre sono le possibilità di decisione: confermare il provvedimento di indizione del referendum, annullarlo potendo anche dare indicazioni su eventuali cambiamenti nel quesito oppure dichiararsi incompetente sulla materia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali