FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Penalisti romani contro Bonafede: esposto per il video di Battisti | La replica: "Era solo un tributo alla polizia"

Il filmato, montato con tanto di sottofondo musicale, era stato pubblicato sui social del ministro dopo lʼarrivo in Italia del terrorista

La Camera Penale di Roma è pronta a presentare un esposto in relazione al video pubblicato martedì su Facebook dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, in cui si riprendono le varie fasi dell'arrivo di Cesare Battisti in Italia. Nel filmato si vedono anche la procedure di fotosegnalamento e quelle relative alle impronte digitali. La replica di Bonafede: "Nessuno show, era solo un tributo alla polizia".

Sulla vicenda era già intervenuto il vicepresidente del Csm, David Ermini, che, sottolineando di "parlare a titolo personale", aveva detto: "Io non l'avrei fatto". Il video è stato postato martedì sulla pagina Facebook ufficiale del Guardiasigilli pentastellato e racconta l'arrivo in Italia del latitante Cesare Battisti e il suo imbarco su un velivolo per raggiungere il carcere di massima sicurezza di Oristano. Il tutto racchiuso nel titolo del post: "Il racconto di una giornata che difficilmente dimenticheremo".

Un racconto che non è piaciuto nemmeno al Garante Nazionale per i detenuti, che ne ha chiesto la rimozione e ha affermato che cercare consenso con questi mezzi porta alla disgregazione sociale. La condanna politica del videoclip di quasi 4 minuti è stata trasversale: dalla forzista Mara Carfagna, che l'ha definito un b-movie, a +Europa, Leu, Pd. "Un montaggio con musica emozionale da subumani", ha criticato la scrittrice Silvia Ballestra. "Rispetto per la dignità delle persone, non siamo al ritorno in studio dalla Playa dell'Isola dei famosi!", ha aggiunto.

Bonafede: "Nessuno show, era solo un tributo alla polizia" - "Il video aveva il fine di dare un tributo alla polizia. Chi mi conosce sa che il mio è un lavoro che non ha un approccio a spettacolarizzare. Rispetto le critiche, ma il video non aveva questo scopo". Così il ministro Bonafede dopo le polemiche. "Effettivamente la musica non è piaciuta neanche a me", ha aggiunto. In difesa del ministro è intervenuto anche il vicepremier Luigi Di Maio, che ha detto: "Le critiche sul video sono solamente argomenti di distrazione di massa".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali