FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Padoan: governo Pd-Forza Italia dopo le elezioni? Possibile

"Tutti gli indici sono migliorati: crescita, lavoro, finanza pubblica, occupazione". Il rapporto con Renzi: faticoso e stimolante. "Non escludo di candidarmi"

Padoan: governo Pd-Forza Italia dopo le elezioni? Possibile

"Mi pare che nessuno dei tre blocchi avrà la maggioranza per governare da solo". Possibile un governo Pd-Forza Italia? In un quadro di elevata incertezza non si può escludere nulla". Lo afferma il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, aggiungendo. "L'Italia potrebbe reggere mesi e mesi in cui i partiti negoziano fra loro, se l'attività di governo continua nella sua normalità". "Candidarmi? Non lo escludo, prosegue Padoan.

"Il Paese sta meglio rispetto all'inizio della legislatura. Tutti gli indici sono migliorati: crescita, lavoro, finanza pubblica, occupazione - siamo ai livelli massimi di occupati - stato di fiducia", afferma ancora il ministro dell'Economia in un'intervista al Corriere della Sera, dicendosi pronto a dare ancora il suo contributo.

E, in una situazione di incertezza Padoan non escluderebbe un governo Pd-Forza Italia. "C'è un'agenda di riforme da implementare, da introdurre, da valutare", sottolinea. "Oggi non cresciamo ancora abbastanza velocemente, ma - e qui faccio una mia personale previsione - la velocità di crociera aumenterà". "Nella ripresa ci sono elementi strutturali", aggiunge. Quanto al rapporto con Renzi, dice, è stato "molto interessante, faticoso, stimolante. Sempre dialettico. In alcuni casi il governo prese decisioni che io avrei preso in modo diverso".

"Io avrei tagliato prima le tasse alle imprese, in modo che assumessero. Ma Renzi disse: no, siamo in una fase recessiva, dobbiamo sostenere le famiglie; e impose gli 80 euro. Devo riconoscere che aveva ragione lui". E in Europa "il suo battere i pugni sul tavolo era sostenuto dalla credibilità".

Il ministro infine racconta anche un aneddoto su D'Alema: "Una delle persone che mi telefono' per convincermi ad accettare questo incarico fu lui. Non so se si è pentito".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali