FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Nuova bufera in casa Lega: tessera con simbolo e statuto diversi se vivi al Sud

A notare lʼincongruenza una coppia di fidanzati: lei tesserata a Milano, lui a Taranto

Nuova bufera in casa Lega: tessera con simbolo e statuto diversi se vivi al Sud

A offuscare il cielo della Lega non c'è solo la questione dei 49 milioni di euro di rimborsi elettorali percepiti e spariti nel nulla, che ora la Cassazione impone di sequestrare al partito. Come ha ricostruito la testata online "Tpi", il sistema di tesseramento dei sostenitori avverrebbe con simboli e statuti diversi a seconda della zona nella quale si procede all'iscrizione. La formazione guidata da Matteo Salvini rilascerebbe infatti, una tessera con il simbolo della Lega Nord e l'intestazione "Lega Salvini Premier" se si vive a Milano,  l'altra con "Lega per Salvini premier" e senza la sagoma di Alberto da Giussano se l'iscrizione avviene invece al Sud.

A notare per primi l'incongruenza, sono stati due fidanzati, rispettivamente di Milano e Taranto ed entrambi elettori della Lega. Con grande sorpresa si sono trovati due contrassegni differenti. Gli uffici del Carroccio hanno spiegato tale disparità dicendo di essere stati costretti "a percorrere questa strada per questioni giudiziarie" non meglio precisate.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali