FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Manovra, il Pd fa ricorso alla Consulta sullʼiter di approvazione

"La scelta del conflitto tra poteri viene intrapresa per ristabilire competenze costituzionalmente garantite e assicurare lʼosservanza della separazione dei poteri", si legge nel documento

Manovra, il Pd fa ricorso alla Consulta sull'iter di approvazione

Il Pd fa ricorso alla Corte Costituzionale in merito all'iter di approvazione della Manovra. "La scelta del conflitto tra poteri viene intrapresa per ristabilire competenze costituzionalmente garantite e assicurare l'osservanza della separazione dei poteri", si legge nel documento. Il principio della separazione dei poteri, è scritto nel ricorso, è da intendersi "anche nel "rapporto di equilibrio/contrapposizione tra maggioranza e opposizione".

"Le minoranze, attraverso i gruppi parlamentari di riferimento, svolgono una funzione essenziale nell'ambito del procedimento legislativo, consentendo che il principio supremo della tutela del pluralismo possa trovare effettiva realizzazione", prosegue il ricorso.

Per questo "un certo numero di senatori o deputati, un gruppo o anche il singolo parlamentare devono essere considerati 'titolari di una pubblica funzione costituzionalmente rilevante e garantita". La Consulta deve decidere se il ricorso sia ammissibile.

L'atto è un ricorso per conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato. E queste sono le motivazioni che i ricorrenti - il capogruppo Pd al Senato Andrea Marcucci, il gruppo Pd e altri 36 senatori - sottopongono alla Corte chiedendo che un gruppo parlamentare possa configurarsi come potere dello Stato e sia legittimato a proporre conflitto di attribuzione. Questo è il principale scoglio tecnico-giuridico che la Consulta deve esaminare in sede di ammissibilità.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali