FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

La nuova vita di Nichi Vendola, padre felice... ma in Canada: "Vogliamo solo vivere in pace"

Lʼex governatore pugliese spiega la scelta di lasciare lʼItalia: "Non permetteremo che il corpo di nostro figlio diventi una bandiera dei diritti civili"

La nuova vita di Nichi Vendola, padre felice... ma in Canada: "Vogliamo solo vivere in pace"

La nuova vita di Nichi Vendola è a 8mila chilometri dall'Italia e dalla sua Puglia. Il fondatore di Sel ha lasciato Terlizzi (Bari) e, con il compagno Ed Testa e il figlio Tobia, si è trasferito in Canada, nella zona nord di Montreal. "Non permetteremo che il corpo di nostro figlio diventi una bandiera dei diritti civili", dichiara Vendola. Ma non è un addio al Belpaese: "Porteremo Tobia in Italia, difendendolo però da ostilità e pregiudizi".

In una lunga intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, Vendola discute di maternità surrogata, di utero in affitto, e spiega il perché di questa fuga: "Non vogliamo fare i testimonial di una battaglia di civiltà, ma soltanto poter vivere in pace. Meglio tornare a 8mila chilometri dall'Italia in questa casetta piccolina in Canadà che è piena di grazia italiana".

L'ex deputato ed ex governatore pugliese rivela come, carte alla mano, non sia ancora il padre adottivo di Tobia: "Tobia è nato a Sacramento e l'atto di nascita è stato compilato all'anagrafe californiana, dove la legge consente di scrivere quello che vuoi. Il padre biologico è Ed, in questo modo Tobia è più tutelato e non solo perché Ed è canadese e italiano e dunque assicura a Tobia altri due passaporti. Il cognome è Testa". Vendola al momento è tutore. Successivamente chiederà l'adozione: "Noi rispettiamo le leggi di ciascun Paese", chiarisce.

La sua storia recente, culminata a febbraio con la nascita di Tobia, ha diviso il Paese. "Capisco che, a parte la bestialità razzista e omofoba, ci sia un pezzo d'Italia per bene che possa sentirsi disorientata. Penso che se vedessero, se giudicassero in concreto e non in astratto, capirebbero tutto subito. La gestazione per altri è la risposta della scienza al bisogno di famiglia, è una difesa della famiglia. La maternità surrogata è praticata soprattutto dalle coppie eterosessuali ed è probabile che tra una ventina di anni, come prevede Umberto Veronesi, sarà molto diffusa e anche in Italia si riderà di tutte queste resistenze".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali