FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Italicum, Bersani: "O si rottama o voto No". Orfini: "Dai compagni di partito mi aspetto fiducia"

Botta e risposta tra i due esponenti del Pd, con il presidente che dice: "Basta diktat, lasciamo che il comitato sulla legge vada avanti a lavorare"

Italicum, Bersani: "O si rottama o voto No". Orfini: "Dai compagni di partito mi aspetto fiducia"

Botta e risposta nel Pd sull'Italicum tra il presidente Dem, Matteo Orfini, e Pier Luigi Bersani. A innescare la polemica sono state le parole dell'ex segretario, che ha ribadito: "O si rottama l'Italicum o No alla riforma". "Quantomeno dai miei compagni di partito mi aspetterei il rispetto per le scelte che assumiamo", la replica di Orfini. "Credo che sia ragionevole fidarsi" del comitato sulla legge "senza lanciare diktat o sfiducie preventive".

E ancora, sull'aut-aut dell'ex segretario: "Non è semplice cambiare la legge elettorale perché non basta trovare un accordo, ma bisogna trovarlo anche con le altre forze politiche altrimenti non abbiamo i numeri".

Il gruppo istituito per lavorare ai cambiamenti per la legge elettorale "farà una riflessione interna al Pd, ma anche con le altre forze politiche, allargata com'è giusto che sia alla minoranza del partito".

"Non credo che gli inviti quotidiani all'azzeramento della discussione sulla legge elettorale o alla rottamazione, per usare termini di moda, aiutino questo processo - ha affermato - se davvero vogliamo tutti cambiare l'Italicum, diamo a questo gruppo il tempo di lavorare". "Abbiamo detto che durerà poco - ha concluso - e quindi cerchiamo di farlo senza dover ogni giorno rispondere a sfiducie preventive".

Bersani insiste: "L'ho sempre pensata così" - E Bersani: "Se non si cambia l'Italicum bisogna fermare la riforma costituzionale, è un problema di democrazia. L'ho sempre pensata così. Averla impostata così, comunque finisca è un guaio perché si divide il centrosinistra, il partito, il Paese".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali