LA GIORNATA IN TEMPO REALE

Governo Meloni, la Cei: "Assicuriamo dialogo costruttivo" | Gentiloni: "Il Pnrr non si può cambiare ad ogni nuovo governo"

La prima presidente del Consiglio italiana Giorgia Meloni e i suoi 24 ministri hanno giurato davanti al Capo dello Stato Sergio Mattarella. Le congratulazioni di Von der Leyen: "Pronta e lieta di lavorare insieme"

22 Ott 2022 - 16:45
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
 © Quirinale

© Quirinale

Giorgia Meloni e i suoi ministri hanno giurato di fronte al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: prende così il via il primo esecutivo italiano guidato da una donna, Giorgia Meloni. La neo-premier: "Serviremo l'Italia con orgoglio, subito al lavoro". Cei: "Assicuriamo un dialogo costruttivo". Gentiloni: "Non si cambia il Pnrr ogni volta che cambia un gioverno".



"Colloqui telefonici tra il presidente del Consiglio dei ministri, Giorgia Meloni, e i vertici delle Istituzioni europee. Nel pomeriggio il presidente Meloni ha sentito il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il presidente della Commissione Europea Ursula Von der Leyen e il presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola". Lo comunica l'ufficio stampa del presidente Giorgia Meloni.


Al governo Meloni "voglio portare tutta la mia esperienza per far sì che l'Italia possa affrontare e superare tutti gli ostacoli che ha di fronte, sia economici, sia ai confini dell'Unione" dove si combatte "una guerra sanguinosa che vorremmo finisca il prima possibile". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani, dopo il giuramento al Quirinale aggiungendo che "non c'è pace senza giustizia, e giustizia significa la libertà per l'Ucraina".


Per il Pnrr "non è che possiamo rifare i piani ogni volta che cambia un governo, non esiste", perché "cambiare" le sue priorità "sarebbe un errore, e comunque non è consentito dalla legislazione europea". Così Paolo Gentiloni, commissario europeo all'Economia. "Da quando il progetto è operativo - ha detto - abbiamo avuto diversi cambi di governi, e non solo alternarsi di governi con la stessa maggioranza, la stessa ispirazione politica, ma anche cambi di prospettiva politica, quindi il fatto di ricominciare, di riscrivere questi piani perché c'è un nuovo governo non esiste".


Il presidente della Cei, card. Matteo Zuppi, ha inviato gli auguri al premier Giorgia Meloni. I vescovi ricordano "le sfide grandi" da affrontare: "le povertà, l'inverno demografico, la protezione degli anziani, il lavoro, l'accoglienza e l'integrazione dei migranti" ai quali si aggiunge "la ricerca ineludibile e urgente di una via giusta che possa finalmente condurre alla pace". Zuppi assicura che la Cei "non farà mancare un'interlocuzione costruttiva ispirata unicamente dalla volontà di contribuire al perseguimento del bene comune del Paese e alla tutela dei diritti inviolabili della persona e della comunità".


Per fare opposizione al governo della Meloni "non è che ora facciamo una riunione di vertice e decidiamo di fare un accordo preventivo che dovrà orientare tutte le nostre azioni future. Dobbiamo misurarci" con le altre forze presenti in Parlamento "se vogliamo fare lo stesso tipo di opposizione". Un'opposizione che "va costruita sui temi. Vedremo chi c'è veramente a fare una seria opposizione, intransigente, radicale come quella che faremo noi". Così il presidente M5S, Giuseppe Conte, a margine dell'assemblea nazionale "verso il Polo progressista" a Roma.






"E' davvero un grande onore poter servire la Nazione in un ruolo così importante come quello di ministro della Salute. Ringrazio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e la presidente Giorgia Meloni per la fiducia. Mi impegnerò con tutte le mie energie e spero che l'esperienza maturata sul campo come medico e come docente possa essere utile per dare risposte concrete per la tutela della salute e il benessere delle persone". Così in una nota il ministro della Salute, Orazio Schillaci.


"Avremo tempo per parlare anche di questo". Così il ministro del Sud e delle politiche del mare, Nello Musumeci, ha replicato, lasciando il Quirinale, ai cronisti che gli chiedevano se la delega ai porti sarebbe stata in capo al suo ministero o alle Infrastrutture di Matteo Salvini. "Ma chi ce l'ha?", gli hanno chiesto, "Non c'è", ha replicato.


"Con le Olimpiadi siamo a buon punto, nella misura in cui bisogna recuperare il tempo perso, i due mesi di attesa del nuovo vertice. La struttura sta lavorando, gli obiettivi saranno rispettati e saranno Olimpiadi meravigliose". Lo ha detto il nuovo ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi, dopo il giuramento del Governo al Quirinale.


La prima azione di Antonio Tajani come ministro degli Esteri sarà una telefonata al collega ucraino Dmytro Kuleba, per esprimere "solidarietà e vicinanza a un Paese invaso dalla Russia che con il sostegno della Nato e dell'Ue sta difendendo la sua indipendenza". Lo ha indicato lo stesso Tajani allo speciale del Tg4 dedicato al giuramento del nuovo governo. 


"Rivolgo a Giorgia Meloni, nuova presidente del Consiglio dei ministri italiano, e a Matteo Salvini, vicepremier, tutti i miei auguri di successo. Ovunque in Europa i patrioti stanno salendo al potere e con loro questa Europa della Nazioni che stiamo auspicando". Lo ha scritto in un tweet la leader del Rassemblement National francese, Marine Le Pen.


In riferimento al suo atteggiamento sulla Legge Fornero sulle pensioni, il nuovo ministro del Lavoro, Marina Elvira Calderone, ha spiegato: "Sapete perfettamente che non mi sottrarrò ai temi, li affronteremo anche ascoltando le istanze delle parti sociali e di tutti i soggetti portatori di contributi importanti, poi nei prossimi tempi lasciateci fare tutti i necessari passaggi. Ci mettiamo al lavoro. Anzi, vado al ministero del Lavoro".


Tra i primi provvedimenti sulla giustizia per il ministro Carlo Nordio c'è "l'attuazione piena del codice Vassalli, un codice firmato da una medaglia d'argento della Resistenza e in prospettiva la revisione del codice penale firmato da Mussolini, ancora in vigore e di cui nessuno parla. Ma visto che la prima emergenza è quella economica a breve bisogna intervenire in quella parte della giustizia che aiuti la ripresa economica e cioé velocizzare i tempi". Nordio lo ha detto uscendo dal Quirinale a seguito del giuramento. 


"Ecco la squadra di governo che, con orgoglio e senso di responsabilità, servirà l'Italia. Adesso subito al lavoro". Lo ha scritto su Twitter il premier Giorgia Meloni appena uscita dal Quirinale dopo il giuramento del suo esecutivo.


La premier Giorgia Meloni, dopo il giuramento del suo governo davanti al capo dello Stato, ha lasciato il Quirinale. A lei, come da protocollo, il saluto del picchetto d'onore nel cortile. Poi, Meloni ha lasciato il Palazzo a bordo dell'Audi grigia.


"Congratulazioni Giorgia Meloni per la formazione del tuo governo! E' un grande giorno per la destra europea!". Lo scrive in un tweet il premier ungherese Viktor Orban.


Il premier olandese Mark Rutte ha fatto le proprie congratulazioni alla presidente del Consiglio Giorgia Meloni per l'assunzione dell'incarico. "Le mie congratulazioni a Giorgia Meloni, appena entrata in carica in Italia come prima donna presidente del Consiglio. Sarò lieto di collaborare nel contesto Nato e Ue e di rafforzare ulteriormente le solide relazioni tra i nostri due Paesi", ha scritto su Twitter.


Dopo il giuramento al Quirinale il premier Giorgia Meloni e tutti i ministri si sono messi in posa per la foto di rito con il Capo dello Stato. Successivamente un breve scambio di saluti con il presidente della Repubblica nella sala degli specchi. 


"Congratulazioni a Giorgia Meloni, la prima donna premier in Italia. L'Europa sta affrontando enormi sfide. Aiutiamo i nostri cittadini e sosteniamo l'Ucraina rimanendo uniti e determinati. L'Europa ha bisogno dell'Italia. Insieme supereremo ogni difficoltà.  Buon lavoro!". Lo scrive in un tweet in italiano la presidente del Parlamento europeo, Roberta Metsola. 


Si è concluso nel Salone delle Feste del Quirinale il giuramento del governo Meloni, la cerimonia è durata circa mezz'ora. Dopo, la consueta foto di rito del nuovo esecutivo. La premier Giorgia Meloni e i 24 ministri si sono spostati poi nel Salone degli Specchi per un breve saluto con il capo dello Stato Sergio Mattarella.


"Congratulazioni a Giorgia Meloni per la sua nomina a presidente del Consiglio italiano, la prima donna a ricoprire questo ruolo. Sono pronta e sono lieta di lavorare insieme al nuovo Governo in modo costruttivo per rispondere alle sfide che ci attendono". Lo scrive in un tweet in italiano la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen.


"Congratulazioni a Giorgia Meloni che assume l'incarico di prima premier donna dell'Italia. Lavoriamo insieme a beneficio dell'Italia e dell'Ue". Lo ha scritto in un tweet in inglese il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. "La aspetto al Consiglio europeo per lavorare insieme per il bene dell'Unione europea", ha aggiunto in italiano.


I ministri del nuovo governo stanno giurando nelle mani del Capo dello Stato Sergio Mattarella.


La presidente del Consiglio  Giorgia Meloni ha giurato nelle mani di Mattarella

1 di 14
© Quirinale © Quirinale © Quirinale © Quirinale

© Quirinale

© Quirinale


La presidente del Consiglio incaricata Giorgia Meloni è arrivata al Quirinale per il giuramento.


Al Quirinale per assistere al giuramento del nuovo governo sono appena arrivati il compagno di Giorgia Meloni, Andrea Gianbruno, insieme a Ginevra la loro figlia. I due sono arrivati con la Cinquecento bianca che ha usato la leader di Fdi prima di ricevere l'incarico. Con loro anche lo staff della premier incaricata. 


Ministri pronti per il giuramento al salone delle Feste al Quirinale. Tra i primi ad entrare Roberto Calderoli e Raffaele Fitto. I due vicepremier Matteo Salvini e Antonio Tajani siedono in prima fila uno accanto all'altro. In look total white Maria Elisabetta Alberti Casellati e Alessandra Locatelli accanto a Eugenia Roccella.


Il neo ministro dell'Interno Matteo Piantedosi è arrivato al Quirinale per il giuramento. Subito dopo a fare il suo ingresso è stato Andrea Abodi, ministro dello Sport. 


La delegazione della Lega è arrivata al Quirinale. Il leader della partito Matteo Salvini, neo ministro per le Infrastrutture e vicepremier è accompagnato dai suoi figli e della compagna Francesca Verdini. Ad attenderlo Roberto Calderoli, ministro per gli Affari Regionali, Alessandra Locatelli ministro per la disabilità e Giancarlo Giorgetti, neo ministro per l'Agricoltura.


Il neo ministro degli Esteri e futuro vicepremier Antonio Tajani è appena arrivato al Quirinale per il giuramento del governo. Poco prima di lui a fare il loro ingresso erano stati Gilberto Pichetto ministro della Pubblica Amministrazione, Elisabetta Alberti Casellati neo ministro per le Riforme. Al Colle anche il ministro della Giustizia Carlo Nordio, Guido Crosetto che guiderà il dicastero della Difesa, Eugenia Roccella ministro della Famiglia e natalità. Al Quirinale è arrivato anche Adolfo Urso, neo ministro delle Imprese e del made in Italy. 


La delegazione della Lega è arrivata al Quirinale. Il leader della partito Matteo Salvini, neo ministro per le Infrastrutture e vicepremier è accompagnato dai suoi figli e della compagna Francesca Verdini. Ad attenderlo Roberto Calderoli, ministro per gli Affari Regionali, Alessandra Locatelli ministro per la disabilità e Giancarlo Giorgetti, neo ministro per l'Agricoltura.


"Ringrazio Matteo Salvini per la fiducia e per questo importante incarico. Grazie anche alla grande squadra della Lega che mi sostiene sempre. Sono davvero molto onorata di poter lavorare per i cittadini in questo nuovo governo di altissimo livello e competenze". Lo scrive in un post su Facebook la neo ministra della Disabilità, Alessandra Locatelli, che lascia l'assessorato di Regione Lombardia.


Il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, salirà oggi alle ore 10 al Quirinale per il giuramento del nuovo governo. Domenica alle 10:30, a Palazzo Chigi, è poi in programma la "cerimonia della campanella", cioè il passaggio di consegne tra il presidente uscente, Mario Draghi, e Meloni. Al termine della cerimonia, alle 12, si terrà la prima riunione del Consiglio dei ministri.


Le opposizioni sono "molto divise", nota la deputata di Azione-Italia Viva Maria Elena Boschi in un'intervista al Corriere. "Ci sono due opposizioni - spiega -. Una è la nostra opposizione, riformista, civile, incalzante. Una è quella dei Cinque Stelle: populista, ideologica, pregiudiziale". E poi, aggiunge Boschi, "c'è il Pd che deve scegliere, non può continuare a stare nel mezzo. O con noi o con i grillini: tertium non datur".


"È un giorno storico". Giovanbattista Fazzolari, responsabile del programma politico di Fratelli d'Italia, si dice "fierissimo della svolta: primo governo con un presidente del Consiglio donna, in cui la destra esprime la leadership e con ministri di grande spessore". La neo premier Giorgia Meloni, mentre leggeva la lista dei ministri era "fortemente emozionata. È riuscita a fare qualcosa di incredibile", esulta il suo consigliere intervistato dal Corriere della Sera. "Siamo una squadra coesa che non perde un minuto", aggiunge. Il senatore parla di cambiamento "enorme" e ritiene i ministri tutti "inattaccabili".

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri