FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Governo, conferito il mandato esplorativo alla presidente Casellati

Il presidente del Senato dovrà riferire al Colle venerdì in merito alla possibilità di costituire una maggioranza centrodestra-M5s. Lega e M5s cauti ma non ostili

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito al presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, l'incarico esplorativo per la formazione del nuovo governo. La Casellati dovrà riferire al Colle venerdì in merito alla possibilità di costituire una maggioranza centrodestra-M5s. "Assumo questo incarico con lo stesso spirito di servizio con cui ho assunto quello di presidente del Senato", ha dichiarato la Casellati.

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha affidato "il compito di verificare l'esistenza di una maggioranza parlamentare fra i partiti della coalizione del centrodestra e il Movimento 5 Stelle e di un'indicazione condivisa per il conferimento dell'incarico del presidente del Consiglio per costituire il governo. Il presidente della Repubblica ha chiesto alla presidente del Senato di riferire entro la giornata di venerdì". Lo ha detto il Segretario generale del Quirinale, Ugo Zampetti, al termine del colloquio fra Sergio Mattarella e Maria Elisabetta Alberti Casellati.

La Casellati ha rilasciato una breve dichiarazione ai giornalisti presenti al Quirinale: "Ho ricevuto da Mattarella il mandato esplorativo, ho ringraziato per la fiducia accordatami e terrò Mattarella costantemente aggiornato. Svolgerò l'incarico con lo stesso spirito di servizio con il quale ho svolto l'incarico di presidente del Senato. Sarete informati del calendario degli incontri che avverranno in tempi brevi".

Lega: "Incarico Casellati positivo, stop ai litigi" - "Per la Lega è positivo l'incarico alla presidente Casellati perché il perimetro di un governo centrodestra - 5stelle è esattamente quello deciso dal popolo italiano. La Lega è pronta a governare anche oggi, basta che gli altri smettano di litigare". Lo afferma una nota dell'ufficio stampa del Carroccio.

Salvini non andrà da Casellati: ci saranno Centinaio e Giorgetti - La Lega parteciperà alle consultazioni con la presidente Casellati con i capigruppo Gianmarco Centinaio e Giancarlo Giorgetti. Non sarà presente il segretario Matteo Salvini, in partenza per Catania.

Di Maio: "Buon lavoro a Casellati, ribadiremo la nostra posizione"  - "Voglio augurare buon lavoro alla presidente del Senato e ringraziare il presidente Mattarella per questa decisione. Questa per noi è un'occasione preziosa per fare chiarezza anche perché l'Italia non può più aspettare. Alla presidente del Senato esporremo le nostre posizioni e le nostre proposte coerentemente con quanto abbiamo già affermato negli ultimi giorni". Lo afferma, in un video su Facebook, il capo politico del M5S Luigi Di Maio. "Ringraziamo il presidente Mattarella per questa occasione che sarà utile per fare chiarezza. L'Italia ha urgente bisogno di un governo del cambiamento, afferma il capogruppo M5S al Senato Danilo Toninelli.

Il calendario delle consultazioni - La Casellati inizierà nel pomeriggio a Palazzo Giustiniani gli incontri con i partiti. Alle 16.30 vedrà il Movimento Cinque Stelle, alle 17.30 la Lega, alle 18.30 Forza Italia e alle 19.30 Fratelli d'Italia.

Lega, Salvini non andrà da Casellati: ci saranno Centinaio e Giorgetti - La Lega parteciperà alle consultazioni con la presidente Casellati con i capigruppo Gianmarco Centinaio e Giancarlo Giorgetti. Non sarà presente il segretario Matteo Salvini, in partenza per Catania.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali