FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Milano, Mattarella incontra Steinmeier | Il presidente tedesco: "Sarebbe stata la volta buona per abbracciarci ma non si può"

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha accolto a Milano il Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier. Prima degli onori militari tributati all'ospite in piazzetta Reale, i due presidenti si sono salutati con affetto, pur rispettando ovviamente tutte le norme di distanziamento: "Sono molto contento di vederla, anche se non si vede...", ha scherzato Steinmeier facendo riferimento alla mascherina che copre il volto. "Dopo tanti mesi sarebbe stata la volta buona per abbracciarsi, ma non si può", ha detto ancora Steinmeier. A colazione i presidenti saranno serviti dallo chef Davide Oldani. Intanto, a Palazzo Reale, hanno ascoltato le testimonianze di alcuni degli ex pazienti italiani del Covid-19 ospitati nei mesi scorsi in strutture sanitarie tedesche, quando le terapie intensive del Nord Italia erano sature.

Milano, Mattarella incontra Steinmeier | Il presidente tedesco: "Sarebbe stata la volta buona per abbracciarci ma non si può"

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha accolto a Milano il Presidente della Repubblica Federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier. Prima degli onori militari tributati all'ospite in piazzetta Reale, i due presidenti si sono salutati con affetto, pur rispettando ovviamente tutte le norme di distanziamento: "Sono molto contento di vederla, anche se non si vede...", ha scherzato Steinmeier facendo riferimento alla mascherina che copre il volto. "Dopo tanti mesi sarebbe stata la volta buona per abbracciarsi, ma non si può", ha detto ancora Steinmeier. A colazione i presidenti saranno serviti dallo chef Davide Oldani. Intanto, a Palazzo Reale, hanno ascoltato le testimonianze di alcuni degli ex pazienti italiani del Covid-19 ospitati nei mesi scorsi in strutture sanitarie tedesche, quando le terapie intensive del Nord Italia erano sature.