FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Di Maio: "Rivolte a Napoli? Dai commercianti manifestazione pacifica, ma si sono infiltrati dei gruppi organizzati"

A "Live - Non è la dʼUrso" lʼintervento del ministro degli Esteri, che spiega le restrizioni adottate nel nuovo Dpcm

 

La puntata di "Live - Non è la d'Urso", in onda domenica 25 ottobre su Canale 5, si è aperta con l'intervento del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, che ha commentato il Dpcm con le nuove misure restrittive anti-Covid, in vigore fino al 24 novembre.

"Queste misure sono state già adottate in altri paesi europei e sono quelle indicate dalla comunità scientifica, con lo scopo di evitare un altro lockdown totale", spiega in collegamento con lo studio di Barbara d'Urso. Di Maio prosegue: "Non sono d'accordo con chi dà la colpa agli italiani, l'andamento è europeo, dobbiamo prendere misure stringenti ma bisogna aiutare tutti gli imprenditori che in questo momento sono danneggiati.

E ancora: "Dobbiamo creare un canale di fiducia tra cittadini e istituzioni, bisogna cogliere questa occasione per tagliare tutto quello che non serve". Tra i temi trattati durante il collegamento anche le recenti rivolte di Napoli: "I commercianti avevano organizzato una manifestazione pacifica e hanno ragione a essere arrabbiati perché dobbiamo aiutarli, ma si sono infiltrati dei gruppi organizzati e chi aggredisce i poliziotti è un vigliacco".

Infine le previsioni legate al Natale: "Se adesso rispettiamo le regole e facciamo in modo che la curva si possa abbassare, riusciremo a vivere un Natale insieme".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali