FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Di Maio: "No allarme razzismo, argomento usato per accusare Salvini"

Ci sono forze politiche che "continuano nel patto del Nazareno che servì allora per mettere insieme" Renzi e Berlusconi

"Non credo ci sia un allarme razzismo". Lo ha detto il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, sottolineando che "si sta usando questo argomento perché chi è di sinistra e non lo è più lo usa per accusare Matteo Salvini di essere di estrema destra".

"Ci sono delle forze politiche che attaccano Salvini considerandolo di estrema destra" ma queste categorie, destra e sinistra, sarebbero invece superate. Queste forze politiche "continuano nel patto del Nazareno che servì allora per mettere insieme" Renzi e Berlusconi, ha proseguito Di Maio.

Martina: "Governo che non riconosce problema razzismo è complice" - "Un governo che non riconosce il problema diventa complice di questa spirale". Così il segretario del Pd, Maurizio Martina, commentando la spirale di violenza e il clima razzista di cui è ostaggio l'Italia negli ultimi giorni. "Sono inaccettabili le semplificazioni a cui stiamo assistendo in questi minuti da parte del governo di Salvini e di Di Maio, in particolare in merito alla spirale di violenza razzista che purtroppo sta percorrendo il Paese", ha detto.

"Non vedere il grave rischio che - ha proseguito Martina - stiamo correndo, dopo che si moltiplicano i casi di violenza sui migranti, è un clamoroso errore e noi denunciamo questa miopia da parte del governo e di tutti quelli che rincorrono dichiarazioni per negare il problema. Attenzione che - ha concluso -il problema c'è, c'è una spirale razzista preoccupante che va riconosciuta e combattuta".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali