FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Di Maio: "Programma con i nostri 20 punti o si va al voto" | Zingaretti: "Basta con gli ultimatum inaccettabili"

Torna alta la tensione tra Cinquestelle e Dem dopo le parole del capo politico pentastellato al termine delle consultazioni con Conte

Luigi Di Maio alza la posta per il governo dopo il colloquio con Conte e torna alta la tensione con il Pd in vista di un esecutivo giallorosso. "Se entreranno i punti M5s nel programma di governo si parte, altrimenti meglio il voto", ha detto dopo aver consegnato al premier incaricato una lista di 20 punti che non contiene la modifica dei decreti-Salvini sulla sicurezza. Ma i Dem respingono l'aut-aut, con Zingaretti che definisce le parole di Di Maio un "ultimatum inaccettabile".

  • 30 ago

    D'Uva: "Ultimatum Di Maio a Conte? Assolutamente no"

    "Ultimatum Di Maio a Conte? Assolutamente no. Noi ci teniamo ad alzare i toni per parlare di temi e di argomenti per i quali i cittadini ci hanno mandato nelle istituzioni". E' quanto afferma il capogruppo M5s alla Camera, Francesco D'Uva, sottolineando: Se poi non è necessario alzare i toni, tanto meglio".

  • 30 ago

    M5s: "Sul dl sicurezza diciamo la stessa cosa, anche il Pd"

    Sul decreto sicurezza "stiamo dicendo tutti la stessa cosa: ci sono dei rilievi fatti dal capo dello Stato, bisogna tenerne conto. Lo stiamo dicendo tutti. Mi sembra che anche il Pd abbia detto questo". Lo ha detto il capogruppo M5s alla Camera, Francesco D'Uva.

  • 30 ago

    Calenda: "Schifo per Di Maio che lancia diktat al Pd"

    "Di Maio che lancia diktat al Pd mi fa schifo". Non ha usato giri di parole, parlando alla Festa dell'Unità a Pesaro, l'europarlamentare Carlo Calenda, dimessosi dalla direzione nazionale del Pd dopo l'accordo con il M5s per tentare di formare un governo Conte bis. "Io non ce l'ho con chi vota i 5 Stelle, ma con chi li guida. Spero che la base faccia ravvedere il Pd poi capiremo meglio cosa succederà, le elezioni non sono lontane".

  • 30 ago

    Patuanelli: "Non ci sono ostacoli insormontabili"

    "Credo che si possa lavorare da domattina in modo costruttivo, però a partire dai punti che abbiamo messo sul tavolo, che riguardano l'ambiente, il futuro del nostro Paese, i temi sociali, del lavoro, della manovra economica. Non ho visto ostacoli insormontabili". Lo afferma il capogruppo M5s al Senato Stefano Patuanelli davanti Palazzo Chigi dopo l'incontro con i rappresentanti del Pd e il premier incaricato Giuseppe Conte.

  • 30 ago

    Pd: "Precondizione per accordo è chiarimento di Di Maio"

    "La delegazione del Pd indicata dal segretario Zingaretti e rappresentata da Andrea Orlando e Dario Franceschini ha partecipato oggi pomeriggio a un incontro richiesto dal presidente incaricato con i rappresentanti del Movimento 5 Stelle. L'incontro è servito a porre l'esigenza di un chiarimento sulle dichiarazioni di Luigi Di Maio, al termine delle consultazioni, come precondizione per proseguire nel percorso avviato negli scorsi giorni". Lo rende noto l'ufficio stampa del Pd.

  • 30 ago

    Conte incontrerà terremotati e disabili lunedì

    "Lunedì il presidente incaricato continuerà le consultazioni incontrando una delegazione di rappresentanti delle popolazioni terremotate e una delegazione di rappresentanti delle associazioni dei disabili". Lo rende noto Palazzo Chigi.

  • 30 ago

    Palazzo Chigi: "Sabato nuova riunione con Conte"

    "Sabato mattina si terrà una riunione per lavorare al programma di governo, coordinata dal Presidente Conte". Lo rende noto Palazzo Chigi.

  • 30 ago

    Palazzo Chigi: "Percorso per programma condiviso Pd-M5s"

    "Dopo aver concluso le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari di Camera e Senato il premier incaricato Giuseppe Conte ha incontrato una delegazione del Movimento 5 Stelle, composta da Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli, e una delegazione del Pd, composta da Dario Franceschini e Andrea Orlando. Nell'incontro si è delineato un percorso di lavoro per consentire al Presidente incaricato di elaborare un programma condiviso da entrambe le forze politiche sulla base delle prime linee programmatiche che gli sono pervenute". Lo rende noto Palazzo Chigi.

  • 30 ago

    Di Maio: "Nessun ultimatum, solo basta parlare di poltrone"

    "Qui non è questione di ultimatum, qui il punto è che siamo stanchi di sentir parlare tutti i giorni in ogni trasmissione di poltrone e toto-ministri. L'ho detto e lo ripeto: contano i programmi, le soluzioni, le idee. Il M5s non svende i suoi principi e i suoi valori su ambiente, lavoro, imprese, famiglie. Qui serve concretezza. Poche chiacchiere e basta slogan. Bisogna lavorare per gli italiani e bisogna farlo in fretta. Noi abbiamo 20 punti. E vogliamo che entrino nel programma di Governo". Lo dice Luigi Di Maio in una nota.

  • 30 ago

    Buffagni: "Pd irritato? Per il M5s contano i temi"

    "Luigi Di Maio, ancora una volta, oggi ha voluto parlare di temi e di programma. E che fa il Pd? Si irrita... Sarebbe da ridere se di mezzo non ci fosse il Paese. Se ne facessero una ragione: non è nel Dna del M5s parlare di poltrone. Viene da chiedersi, piuttosto, perché il Pd, nonostante l'irritazione, allora sia andato all'incontro per pianificare il programma insieme ai nostri capigruppo e a Giuseppe Conte?". Lo ha detto il sottosegretario M5s, Stefano Buffagni.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali