FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, Senato boccia sfiducia di Fratelli d'Italia a Speranza: 29 sì e 221 no

Respinte anche le altre due mozioni presentate una da Paragone del Gruppo Misto e l'altra da Crucioli di "L'alternativa c'è"

Con 29 voti a favore, 221 contrari e tre astensioni l'aula del Senato ha respinto la mozione di sfiducia contro il ministro della Salute, Roberto Speranza, proposta da Fratelli d'Italia. Bocciate anche le altre due mozioni presentate una dal senatore Gianluigi Paragone del Gruppo Misto, e l'altra da Mattia Crucioli di "L'alternativa c'è".

La mozione di Paragone è stata bocciata con 29 sì, 206 no e due astensioni, quellla di Crucioli è stata respinta con 28 voti favorevoli, 204 contrari e due astensioni.

 

Prima del voto, Speranza aveva parlato in Aula, difendendo la sua azione di governo. Nello specifico il ministro della Salute ha ricordato come "dopo 7 governi" in cui il piano pandemico non era stato aggiornato, è stato fatto durante il suo mandato. "In un grande Paese non si fa politica su una grande epidemia, ha quindi aggiunto, sottolineando come l'Italia sia arrivata "impreparata al Covid perché per decenni è stata trascurata la sanità pubblica considerata come un costo".

 

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali