FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Campidoglio, Grillo-Raggi: "Eʼ stato trovato un ordigno in casa di un collaboratore della giunta M5s"

Ad annunciarlo un post del leader dei 5 Stelle: "Una minaccia inaccettabile in un Paese civile". La procura ha aperto unʼinchiesta

Campidoglio, Grillo-Raggi: "E' stato trovato un ordigno in casa di un collaboratore della giunta M5s"

L'innesco di un ordigno è stato ritrovato nell'abitazione di un collaboratore della giunta di Roma. La denuncia arriva direttamente dal blog di Beppe Grillo, dove il leader pentastellato e il sindaco Virginia Raggi firmano un post dal titolo "Un ordigno non ci fermerà". "Un cittadino, un collaboratore è stato oggetto di una minaccia inaccettabile in un Paese civile. Diamo fastidio a qualcuno", si legge nel post. La procura ha aperto un'inchiesta.

Secondo quanto si apprende, destinatario dell'ordigno, è un collaboratore del vicesindaco Daniele Frongia. "Nessuno deve restare indietro, nessuno deve rimanere solo. Lo abbiamo detto sempre e lo diciamo con più forza oggi perché uno di noi, un cittadino, un collaboratore della giunta M5S di Roma, è stato oggetto di una minaccia inaccettabile in un Paese civile", scrivono Grillo e Raggi.

"Le indagini sono in corso e non vogliamo disturbare chi se ne sta occupando in queste ore. Siamo pronti a collaborare con le forze dell'ordine e chiediamo al ministero dell'Interno di intervenire quanto prima. Intanto, però, non dobbiamo lasciarci spaventare. Dobbiamo fare quadrato attorno a chi di noi viene attaccato", conclude il post, "perché siamo una comunità unita che affronta i problemi insieme. Nessuno deve essere lasciato solo. Questo è il momento di dimostrarlo. I cittadini ci stiano vicino".

Un piccolo involucro da cui fuoriuscivano fili e con dentro tre batterie chiuse, ma senza polvere esplosiva. E' quanto sarebbe stato trovato sotto l'abitazione del collaboratore. L'uomo è un attivista del M5S da lungo tempo e non si occupa di un settore in particolare. Dunque, tra le ipotesi investigative, ci sarebbe anche quella di un avvertimento indiretto, ovvero non necessariamente diretto al collaboratore del vicesindaco. L'innesco è stato lasciato davanti l'ingresso dell'abitazione dove l'uomo, che sarebbe molto spaventato, vive con la sua famiglia. Sull'episodio avvenuto nei giorni scorsi indaga la Digos. Per venerdì è prevista una prima relazione degli investigatori sul tavolo degli inquirenti di Piazzale Clodio.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali