FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bologna, Salvini citofona a un tunisino: "Scusi lei è uno spacciatore?" | Scoppia la polemica

Lʼepisodio durante una sua visita al Pilastro, quartiere periferico del capoluogo emiliano. Durissimo tweet della deputata Pd Morani: "Ha passato ogni limite". Il sindaco Merola: "Si deve vergognare"

Nuova polemica per il leader della Lega Matteo Salvini che durante il suo tour elettorale a Bologna ha fatto visita al quartiere popolare Pilastro, nell'area di via Deledda. Quando alcuni abitanti gli hanno detto che in quei palazzi si spaccia, ha citofonato a una famiglia tunisina chiedendo a chi rispondeva se si trattasse di uno spacciatore. Immediata la polemica sui social. Durissima la deputata Pd Alessia Morani: "Ha passato ogni limite, sta cercando l'incidente".

 

Anche il sindaco di Bologna Virginio Merola ha condannato l'accaduto. "Io credo che si debba vergognare, caro Salvini. Lei non è una persona qualunque - ha affermato il primo cittadino su Facebook -. Ha fatto il ministro dell'Interno, come mai in quel caso non ha avuto lo stesso interesse? Forse perché adesso è solo propaganda e si comporta da irresponsabile per qualche voto in più".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali