FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Berlusconi: "No al decreto Dignità, Di Maio non conosce il lavoro"

Il leader di Forza Italia critica i due vicepremier: "Di Maio è giovane solo anagraficamente, Salvini continua a fare propaganda invece di governare"

Berlusconi: "No al decreto Dignità, Di Maio non conosce il lavoro"

"Il decreto Dignità massacra l'Italia produttiva ed è la dimostrazione che Luigi Di Maio non conosce nulla del mondo del lavoro. E' giovane solo anagraficamente, politicamente risulta vecchissimo". Lo ha affermato Silvio Berlusconi a Il Giornale, criticando le iniziative del ministro del Lavoro. Il leader di Forza Italia ha poi parlato di Matteo Salvini: "Il suo errore è che continua ad agire come se fosse in campagna elettorale, invece di governare".

A Forza Italia "interessa parlare ad un'altra Italia, quella che chiede soluzioni concrete e non slogan, competenza e non effetti speciali, risultati e non semplici annunci: l'Italia fattiva, sobria, laboriosa, concreta, l'Italia liberale, moderata, equilibrata, l'Italia che lavora e che crea lavoro", ha proseguito Berlusconi.

Il leader di Forza Italia è poi tornato a criticare il M5s: "I Cinque Stelle si dipingono come un movimento apolitico, ma in realtà hanno raccolto tutti i peggiori cascami delle ideologie di sinistra, dalla cultura anti-industriale all'invidia sociale al giustizialismo e all'indifferenza per le libertà del cittadino. Il blocco delle grandi opere, la ventilata chiusura dell'Ilva, i provvedimenti contro la flessibilità dell'impiego, la misura assistenziale del reddito di cittadinanza sono solo i primi esempi: un nuovo disastroso ’68 che con cinquant'anni di ritardo si sta abbattendo sul nostro Paese".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali