FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Politica > Sviluppo,premier: "Mancano soldi,ci lavoriamo"Lettera delle imprese: "Il tempo è scaduto"
18.10.2011

Sviluppo,premier: "Mancano soldi,ci lavoriamo"
Lettera delle imprese: "Il tempo è scaduto"

Su Bankitalia, "Bini Smaghi è tra candidati, ma vanno risolti alcuni problemi"

00:50 - Il dl Sviluppo procederà solo quando sarà convincente. Ad assicurarlo è Berlusconi, che dice al riguardo: "Non ho fretta. Stiamo cercando di inventarci qualcosa. Io personalmente sono contrario alla patrimoniale". Il premier promette invece tempi brevi per la nomina del nuovo governatore di Bankitalia, che sostituirà Draghi alla guida di Palazzo Koch, ma aggiunge che "restano ancora problemi". Tra i candidati, precisa, "c'è anche Bini Smaghi".
Quindi ancora lavori in corso sul tanto atteso dl. In serata a Palazzo Grazioli si è svolto un vertice con i ministri e i tecnici interessati. Il premier avverte però che presenterà il provvedimento "solamente quando mi convincerà", perché, sottolinea "non c'è fretta".

Su Bankitalia decisione ancora da prendere
Quella sul vertice di Via Nazionale, ha poi precisato Berlusconi "è una decisione che non è stata ancora presa perché ci sono diversi problemi da risolvere e perciò stiamo portando avanti questi problemi, parlando con tutti coloro che possono avere qualcosa da dire di importante. Con il solito equilibrio e il solito buon senso prenderemo la decisione credo molto presto".

Per il premier, Bini Smaghi, attuale componente del board della Bce che dovrebbe dimettersi con l'assunzione dell'incarico di presidente da parte di Mario Draghi, "è una delle personalità che sono nel novero di quelli che possono diventare governatore". Ne avete parlato venerdì scorso, gli è stato chiesto? "Sì".

Bacchettata all'Udc: "Appartenete al Centrodestra"
"L'Udc sta storicamente nel centrodestra. Quando va con la sinistra prende la metà dei voti, come è accaduto in Piemonte. Ma le nostre informazioni e i nostri sondaggi dicono che alle Politiche potrebbe perdere i due terzi degli elettori", ha sottolineato Berlusconi, commentando il risultato del Molise dove i centristi erano in coalizione con il Pdl. A giudizio del premier, inoltre, "è interesse dell'Udc e di tutto il centrodestra che chi in Europa sta con noi stia con noi anche qui".

"Sarò tutti i giorni alla Camera, c'è molto da fare"
Sarò tutti i giorni alla Camera. Ci sarò quando mi dicono che può essere utile. Lo farò cercando di non lasciare da parte le altre cose da fare, di cui prima mi occupavo in altra sede", afferma il premier, che si dice "tranquillo" sulla situazione dopo il voto di fiducia di venerdì. "E' una situazione tranquilla che ci garantisce di continuare, spero, e di fare le riforme per il grande cambiamento". A questo proposito, il presidente del Consiglio torna a riferirsi a riforma del fisco, dell'architettura istituzionale e della giustizia. Tutte "cose fondamentali che prima non abbiamo potuto fare perché - ribadisce - nell'alleanza c'era chi si opponeva".

Infine una battuta su Gianfranco Fini. "Non ho mai criticato il presidente della Camera e mi astengo dal farlo anche questa volta", dice riferendosi alle critiche giunte al leader di Fli per le decisioni assunte in Giunta per il regolamento e per la conduzione dei lavori dopo l'incidente parlamentare sul Rendiconto generale dello Stato.

Lettera delle imprese al governo: "Tempo scaduto per il rilancio"
"La situazione è sempre più difficile, la fiducia nel nostro Paese sta velocemente diminuendo malgrado gli innegabili punti di forza dell'Italia". E' uno dei passaggi di una lettera al premier Silvio Berlusconi inviata dalle associazioni delle imprese. "L'Italia ha mezzi e risorse per risalire la china ma il tempo è scaduto". Leggi l'articolo
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile