FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Anas: niente nuovo bollo per le statali

Il ministero dei Trasporti smentisce lʼindiscrezione di stampa circa il nuovo obolo chiesto agli automobilisti italiani

Anas: niente nuovo bollo per le statali

Si è mosso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per smentire l'indiscrezione circa una nuova gabella per gli italiani: "Non c'è allo studio alcuna ipotesi di bollo stradale aggiuntivo che riguardi le strade Anas" si legge in una nota diffusa nella tarda mattinata. Alla base del ventilato intervento ci sarebbe l'esigenza di portare fuori dai conti pubblici il bilancio Anas, dando così all'Europa il segnale di un forte impulso alle privatizzazioni. Ma per garantire autonomia alla società delle strade servono due miliardi di euro. E qualcuno aveva ipotizzato il nuovo bollo.

Secondo quanto riportava Il Messaggero il bollo sarebbe servito a pagare il transito su strade che finora erano state gratuite: un totale di 25mila chilometri, dal Grande raccordo anulare di Roma a alla Salerno-Reggio-Calabria. Il contributo sarebbe stato annuale e non a consumo: insomma, l'automobilista sarebbe stato costretto a pagarlo anche se dovesse transitare per una sola volta su una delle strade divenute a pagamento. Sarebbe l'equivalente della "vignette" in Svizzera: un bollino di circa 40 franchi, poco meno di 40 euro, che chiunque voglia viaggiare su una strada della Confederazione deve apporre sul parabrezza.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali