FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Al via alla Camera la discussione sul biotestamento

Previsto un presidio davanti a Montecitorio dei Radicali e dellʼAssociazione Luca Cosioni

Arriva stamattina in Aula alla Camera il biotestamento. Il testo base prevede la possibilità di predisporre un documento vincolante per il medico che includa la rinuncia a nutrizione e idratazione artificiale. Presidio davanti a Montecitorio dei Radicali e dell'Associazione "Luca Coscioni".

Ad oggi in Italia non esiste una normativa specifica in proposito, ma ci si rifà agli articoli della Costituzione Italiana che conferiscono a ciascun cittadino la facoltà di decidere a quali trattamenti sanitari sottoporsi.

Cosa non è il testamento biologico - Il testo sul biotestamento che arriva alla Camera non contiene alcuna disposizione relativa ad eutanasia e suicidio assistito. Nel primo caso si tratta dell'interruzione della vita di un paziente provocata da un intervento da parte di un medico, nel secondo caso è lo stesso paziente a porre fine alla propria vita grazie alla possibilità di accedere a determinati trattamenti (come avvenuto nel caso di Dj Fabo).

Le "Dat" - Il testo che approda alla Camera è composto di cinque articoli, che delineano i diritti del paziente (quale quello ad esempio di essere informato sulle proprie condizioni di salute e su diagnosi, prognosi, benefici e rischi delle terapie). Il medico da parte sua è vincolato a quanto espresso nel testamento biologico dal paziente (seppur con alcune eccezioni).

La parte più discussa del testo è rappresentata dalle Disposizioni anticipate di trattamento (Dat), che prevedono la possibilità di decidere sulle proprie cure mediche future, ipotizzando il caso che ci si trovi nell'impossibilità di poter esprimersi. Nel ventaglio delle possibilità di scelta anche quella di rinunciare a nutrimento e idratazione.

I numeri alla Camera e al Senato - Alla Camera il testamento biologico sembra al sicuro: la maggioranza potrebbe infatti incassare anche i voti dei 5 Stelle, che si sono detti disposti a votare il testo purché non ci siano "modifiche al ribasso". Al Senato però il no dei centristi, Forza Italia e Lega Nord potrebbe avere un peso maggiore e creare netti rallentamenti all'iter legislativo.

Biotestamento alla Camera ma lʼAula è deserta

Quattro ore di dibattio sul biotestamento alla Camera ma l'emiciclo era praticamente deserto. Una ventina gli interventi da parte dei gruppi parlamentari. Immagini che hanno subito fatto il giro dei social e che hanno costretto Roberto Giachetti, presidente di turno nell'Aula della Camera, ad intervenire: "Si deve prendere in considerazione la qualità del confronto su un tale tema piuttosto che la quantità numerica degli interventi ma è una cosa che si verifica sempre in occasione delle discussioni generali che coinvolgono solo i deputati chiamati a intervenire".

leggi tutto

Biotestamento, i punti principali della legge

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali