FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

#SenatoDown, cyberattacco Anonymous per il Ddl Cirinnà: "Basta giochi infantili"

Il sito di Palazzo Madama inaccessibile per ore per un attacco degli hacktivisti. Il motivo? Il testo sulle Unioni Civili deve essere approvato "come è stato concepito quindi - si legge nel comunicato - con la Stepchild Adoption”

#SenatoDown, cyberattacco Anonymous per il Ddl Cirinnà: "Basta giochi infantili"

Anonymus Italia ha attaccato il sito web del Senato della Repubblica, rendendolo irraggiungibile per ore. Il gruppo di hacktivisti, attraverso il blog ufficiale, si è schierato a favore del ddl Cirinnà e ha impedito la connessione al grido di guerra: "Senato della Repubblica - TANGO DOWN!". La situazione è tornata alla normalità solo nella serata di lunedì.

#SenatoDown, cyberattacco Anonymous per il Ddl Cirinnà: "Basta giochi infantili"

Anonymus Italia ha attaccato il sito web del Senato della Repubblica, rendendolo irraggiungibile per ore. Il gruppo di hacktivisti, attraverso il blog ufficiale, si è schierato a favore del ddl Cirinnà e ha impedito la connessione al grido di guerra: "Senato della Repubblica - TANGO DOWN!". La situazione è tornata alla normalità solo nella serata di lunedì.

leggi tutto

Anonymous Italia ha duramente criticato i senatori per la discussione sulle Unioni civili annunciando un attacco al sito web ufficiale di Palazzo Madama. Mentre su Twitter impazzava l'hashtag #Senatodown e gli utenti non riuscivano a visualizzare le pagine online (compresi noi di Tgcom24), l'unica certezza, fino a sera, è stata la "dichiarazione di guerra" degli hacktivisti, fatta domenica: "Senato della Repubblica - TANGO DOWN!".

Di seguito il testo del comunicato: "Salve Senatori, Noi siamo Anonymous & LulzSec. Giudicarvi è sempre difficile, le vostre scelte rispecchiano quello dell'elettorato, e quindi il partito politico di appartenenza che nella nostra Repubblica può cambiare un numero illimitato di volte nel corso del proprio mandato a indiscrezione dei propri tornaconti. Ma a questo ormai i cittadini italiani sono abituati, quando li tradite, li derubate, li sfrattate o li schiavizzate. Ma c'è sempre uno spiraglio in voi di compiacimento e volontà nel poter distruggere le speranze nel nostro paese. Se gli italiani erano abituati ad assistere alla distruzione di sogni, progetti, ambizioni e paesaggi, ancora non avevano assistito alla distruzione di diritti.

I Diritti rendono un uomo o donna che sia libero, autonomo e con la possibilità di poter vivere sognando nuovi traguardi. Fate promesse e parlate nelle televisioni nei giornali nelle piazze, ma solo a fini populistici solo per sporca, bugiarda e noiosa propaganda elettorale dimenticando che le vostre stronzate elettorali si ripercuoto sulla vita di persone e non su fogli o dati statistici sempre più truccati. Vi appellate alle religioni, ad una adorazione di Dio o dei o messia di ogni tipo per imporre dogmi che tolgono libertà e pensieri. Abbiamo assistito alle più disperate frasi sulla chiesa cattolica e sulla Famiglia di Dio formata da un Uomo e una Donna. Ma la domenica leggete nei vostri testi che il vostro Dio giudicherà chiunque sulle proprie azioni, bisogna temerlo e amare il prossimo.

Come pensate che vi giudicherà per il disprezzo verso milioni di umani, disprezzo per l'amore e la convivenza? Queste frasi o dogmi vanno bene solo per far guadagnare soldi alla Chiesa Romana, perché è quello l'unico vero Dio che amate: il Dio denaro; ma nella realtà non vi interessa niente di amore, pace, fratellanza ma solo denaro, posizione sociale e le altre cagate che vi siete creati da una mente malata. Non necessitiamo più di chiedere a persone come Voi. Pretendiamo che il "Ddl Cirinnà" venga approvato come è stato concepito quindi con la "Stepchild Adoption" senza giochi infantili che definite politici."

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali