FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Audi RS4 Avant, il trionfo dellʼaffidabilità

Da Corvara a Cortina attraverso 26 passi alpini

La celebrazione di sé stessa, della sua affidabilità, della sua robustezza. Audi Italia ha organizzato per il terzo anno di fila la “20quattro Ore delle Alpi”, una gara di endurance massacrante in cui la RS4 Avant esprime tutto il suo potenziale tecnico e dinamico. Da Corvara a Cortina attraverso 26 passi alpini per far valere la proverbiale solidità della trazione integrale permanente quattro di Audi.

La 20quattro Ore delle Alpi 2018

Il nome “20quattro Ore delle Alpi” non è dunque casuale, esalta già nel nome la trazione “quattro” della Casa di Ingolstadt e spiega quel che i 5 esemplari di RS4 Avant sono stati in grado di fare nel giro di 24 ore. Ogni vettura ha percorso 1.192 km, suddivisi in 4 tappe, affrontando oltre 10 mila curve (e con che pendenza!) per salire lungo i tornanti dei 26 passi alpini, con temperature scese fino ai 14 gradi sottozero. Ogni equipaggio era composto da un giornalista specializzato e da un pilota professionista che gli è stato accanto. La novità dell’edizione 2018 è stata la prova d’abilità su fondo ghiacciato, una prova estrema in cui è emersa tutta l’efficacia della trazione integrale quattro sviluppata da Audi, e coadiuvata dal differenziale centrale autobloccante di serie.

Audi RS4 Avant è spinta da un motore 6 cilindri a V di 2,9 litri di cilindrata. Un motore benzina con doppio turbocompressore, che sviluppa 450 CV di potenza e 600 Nm di coppia massima. Il cambio è lʼautomatico tiptronic. Lʼequipaggiamento degli pneumatici è stato fornito da Dunlop, partner tecnico della gara insieme a Kappa, che ha montato sulle RS4 Avant le coperture Winter Sport nella misura 275/30 R20 97W XL.

Conforme ai regolamenti F.I.A. e Acisport, la “20quattro Ore delle Alpi” è partita dallʼAlta Badia, Corvara prima e Madonna di Campiglio poi, per dirigersi verso St. Moritz, dove si è arrivati nel cuore della notte. Una tappa che ha incluso il Passo del Bernina, la vetta più alta con i suoi 2.328 metri di altitudine. Ripartenza con ritorno a Corvara e poi via verso Cortina, con altri 8 passi da scavallare, 5 dei quali oltre i 2.100 metri.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali