FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Zambia, emergono dubbi sullʼinfermiera che ha confessato scambi in culla di neonati: è una fake news?

La polizia ha aperto unʼindagine, ma secondo lʼordine degli infermieri nessuno con il nome di Elizabeth Mwewa ha mai lavorato allʼospedale di Lusaka

Zambia, emergono dubbi sull'infermiera che ha confessato scambi in culla di neonati: è una fake news?

Potrebbe essere una fake news la vicenda dell'infermiera zambiana Elizabeth Mwewa che ha confessato di aver scambiato in culla circa 5mila neonati. Una notizia che ha sconvolto il Paese africano, soprattutto perché la donna ha invitato tutti i bambini nati tra il 1983 e il 1995 a sottoporsi al test del DNA per verificare la loro identità. Secondo le indagini preliminari della polizia, però, nessuna infermiera con quel nome ha mai lavorato all'ospedale.

Inoltre, secondo il General Nursing Council (l'ordine degli infermieri) del Paese africano, non esiste un'infermiera chiamata Elizabeth Mwewa che risulti iscritta all'albo. Le indagini della polizia però proseguono, perché non è ancora chiaro se, nel raccontare la propria vicenda allo Zambian Observer, la donna possa aver utilizzato un nome falso.

Nel frattempo un portavoce del General Nursing Council dello Zambia, Thom Yung’ana, ha sottolineato che anche l'ordine degli infermieri sta collaborando alle indagini, ma ha invitato alla calma sia gli azionisti dell'ospedale di Lusaka (che, se la confessione venisse confermata, potrebbe essere chiamato a un maxi-risarcimento), sia i nati negli anni "incriminati" e i loro genitori, chiedendo a tutti di attendere che l'inchiesta verifichi l'autenticità o meno della confessione della sedicente infermiera.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali