FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Venezuela, si insedia lʼAssemblea costituente: "No a ingerenze straniere"

Il nostro compito, hanno detto i vertici, è "curare il Paese dalle ferite della guerra economica. Vogliamo la pace". Ma lʼappello del Papa rimane inascoltato. Lacrimogeni sui dimostranti anti-Maduro

La nuova Assemblea costituente del Venezuela, eletta domenica e composta solo da rappresentanti vicini al governo, si è insediata nel palazzo del Campidoglio di Caracas, nonostante le proteste dell'opposizione e di gran parte della comunità internazionale, compreso il Vaticano. "Non accettiamo ingerenze straniere", hanno detto i vertici della Costituente. Alta tensione a Caracas, con lanci di lacrimogeni contro i dimostranti anti-Maduro.

Venezuela, si insedia la Costituente

Rodriguez ai vertici della Chiesa: "Vogliamo pace" - A dare il via alla cerimonia dell'insediamento è stato Fernando Soto Rojas, ex parlamentare chavista, il più anziano tra i 545 membri della nuova assemblea, presieduta dall'ex ministro degli Esteri Delcy Rodriguez. "Ai vertici della Chiesa diciamo che vogliamo pace. La pace sia con tutti noi, amen, amen per la pace in Venezuela", ha detto la Rodriguez. "E' arrivata la Costituente con il suo potere sovrano e plenipotenziario, per curare il paese dalle ferite della guerra economica", ha aggiunto. La Santa Sede aveva chiesto a Maduro di "assicurare il pieno rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali" e di sospendere l'Assemblea appena eletta perché "invece di favorire la riconciliazione fomenta un clima di tensione".

La presidente contro le ingerenze straniere - La Rodriguez ha quindi respinto ogni "interferenza straniera", in particolare americana, nella crisi in corso nel Paese. "Per la comunità internazionale il messaggio è chiaro, molto chiaro: noi, i venezuelani, risolveremo il nostro conflitto, la nostra crisi, senza alcuna sorta di interferenza straniera, senza alcuna sorta di mandato imperialista", ha affermato l'ex ministro durante il suo discorso di investitura.

Manifestazione pro-Maduro e a favore della Costituente - "Il Venezuela vuole pace", ha ribadito Soto Rojas, in mezzo agli applausi dei parlamentari chavisti nel Salone ellittico del Palazzo federale legislativo. "Nella giornata odierna - ha aggiunto - il popolo del Venezuela insedia la sovrana e plenipotenziaria assemblea costituente". Nei dintorni del Palazzo e in altri punti di Caracas gruppi di simpatizzanti del presidente Nicolas Maduro hanno seguito la cerimonia manifestando a favore della Costituente.

L'opposizione protesta, lacrimogeni sui dimostranti anti-Costituente - In parallelo alla marcia dei filo-Maduro, l'opposizione ha convocato le proprie proteste contro l'insediamento. Tensione alle stelle a Caracas dopo l'insediamento della Costituente: non lontano dalla sede del Parlamento, la guardia nazionale bolivariana ha lanciato gas lacrimogeni contro un gruppo di manifestanti dell'opposizione. La polizia chavista aveva già bloccato gli ingressi alla sede parlamentare, ricordano gli oppositori, sottolineando che nella zona ci sono ora gruppi di motociclisti chavisti e un blindato della guardia bolivariana.

Venezuela, lacrimogeni su dimostranti anti-Costituente

Tensione alle stelle a Caracas dopo l'insediamento della Costituente pro-Maduro: non lontano dalla sede del parlamento, la guardia nazionale bolivariana ha lanciato gas lacrimogeni contro un gruppo di manifestanti dell' opposizione. La polizia chavista aveva fin da stamane bloccato gli ingressi alla sede parlamentare, ricordano gli oppositori, sottolineando che nella zona ci sono ora gruppi di motociclisti chavisti e un blindato della guardia bolivariana.

leggi tutto

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali