FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, vede bimba di colore vendere acqua per strada: chiama la polizia

Il video è stato postato sui social dove si è scatenata la polemica. La donna si è difesa dicendo che non cʼè "discriminazione" dietro al suo gesto e che ha solo "finto di chiamare gli agenti"

Una donna cammina avanti e indietro con il telefono in mano. Sta chiamando la polizia per "denunciare" una bambina di colore di 8 anni. Il crimine? Quello di vendere l'acqua per strada. Il video è stato postato dalla mamma della bimba ed è diventato subito virale. Gli utenti sui social si sono scagliati contro la donna dalla "denuncia facile" e hanno lanciato l'hashtag #PermitPatty. Si tratta di una definizione dispregiativa: un gioco di parole che significa "Patty Autorizzazione" perché prima di chiamare le forze dell'ordine la donna, Alison Ettel, ha chiesto alla piccola di "esibire l'autorizzazione".

"Questa donna sta chiamando la polizia perché non vuole che mia figlia di 8 anni venda l'acqua fuori dalla nostra casa", ha scritto la mamma della bambina su Instagram dove il suo video è stato condiviso da più di 1 milione di persone. Le immagini sono state postate anche su Twitter dalla cugina della bimba dove hanno raggiunto 7 milioni di utenti. 

Sui social in molti hanno lanciato l'hashtag #PermitPatty e hanno accusato la donna di razzismo visto che la bimba in questione è di colore.

Su Internet in tanti hanno annunciato che non avrebbero più comprato prodotti della compagnia di Alison Ettel che è Ceo di un'azienda che produce marijuana per scopi terapeutici. La donna però si è difesa dalle accuse e ha dichiarato all'edizione statunitense dell'Huffington Post che "non c'era alcuna discriminazione razziale dietro al suo gesto". Ha assicurato anche di aver solo "finto di chiamare gli agenti".

Nessuna risposta a riguardo è arrivata dal distretto di polizia di San Francisco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali