FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, Trump caccia Tillerson: al suo posto Mike Pompeo

Il presidente degli Stati Uniti ha annunciato via Twitter il licenziamento del segretario di Stato e la sua sostituzione con il capo della Cia. A capo dellʼagenzia di intelligence andrà Gina Haspel

Usa, Trump caccia Tillerson: al suo posto Mike Pompeo

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di "silurare" l'attuale segretario di Stato Rex Tillerson e di sostituirlo con il capo della Cia, Mike Pompeo. Ad annunciarlo è lo stesso Trump su Twitter. Con Pompeo alla guida del Dipartimento di Stato, Gina Haspel viene nominata direttore della Cia, divenendo la prima donna a guidare l'agenzia.

Secondo quanto riferito dal Washington Post, Trump avrebbe chiesto a Tillerson di farsi da parte già venerdì, costringendo il segretario di Stato ad accorciare il suo viaggio in Africa. Il presidente, da tempo in battaglia con Tillerson ritenuto "troppo parte dell'establishment", ritiene "il cambio importante ora che sono in corso i preparativi per l'incontro con il leader della Corea del Nord Kim Jong-un e mentre sono in corso le trattative per le modifiche" del Nafta, l'accordo di libero scambio fra Stati Uniti, Canada e Messico.

Il licenziamento di Rex Tillerson, nell'aria da mesi per il cattivo rapporto tra lui e il presidente, arriva poche ore dopo che il capo della diplomazia Usa si era schierato a fianco di Londra concordando con le conclusioni di Theresa May che la Russia è "molto probabilmente responsabile" dell'avvelenamento dell'ex spia russa e della figlia.

Tutti i membri dello staff licenziati da Trump

Trump: "Con Tillerson ero in disaccordo, anche su Iran" - Con Rex Tillerson "non ci trovavamo d'accordo su alcune cose. Sull'accordo iraniano", precisa Trump, "non la pensiamo allo stesso modo".

Trump: "Ho deciso da solo, con Pompeo buona chimica" - Il presidente Usa afferma di aver preso "da solo" la decisione di licenziare il segretario di Stat. Rex Tillerson, aggiunge il presidente Usa, "ora sarà molto più contento". Il presidente degli Stati Unitiha sottolineato di avere avuto da subito "una buona chimica" con Mike Pompeo che ha scelto per sostituire Rex Tillerson a capo del dipartimento di Stato. Parlando con i giornalisti Trump ha affermato di essere sulla stessa lunghezza d'onda con Pompeo, mentre pur rispettando Tillerson e il suo lavoro c'è un diverso modo di pensare.

Fonti vicine a Tillerson: "Voleva restare" - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non ha spiegato a Rex Tillerson le ragioni del suo licenziamento. Tillerson, da parte sua, avrebbe voluto rimanere nel posto di segretario di Stato. Lo riferisce alla Associated Press una fonte vicina a Tillerson. Intanto in un comunicato il sottosegretario agli Esteri Steve Goldstein ha sottolineato che Tillerson non conosce le ragioni del suo licenziamento e che avrebbe voluto continuare per seguire "i progressi cruciali in tema di sicurezza nazionale".

Fonte Casa Bianca: "Trump voleva team nuovo per colloqui con Kim" - Il presidente Usa Donald Trump "voleva essere sicuro di avere una nuova squadra in funzione in vista dei prossimi colloqui con la Corea del Nord". È quanto spiega un alto funzionario Usa dopo che Trump ha annunciato che il segretario di Stato Rex Tillerson sarà sostituito con il finora capo della Cia Mike Pompeo. Il rimpasto giunge dopo qualche giorno da quando è stato annunciato che entro fine maggio Trump incontrerà il leader nordcoreano Kim Jong-Un.

Wsj: silurato anche assistente speciale Trump - John McEntee, assistente personale del presidente, è stato scortato fuori dalla Casa Bianca lunedì. Lo riferisce il Wsj, citando due alti dirigenti dell'amministrazione. Una terza fonte della Casa Bianca ha riferito che è stato licenziato per una non meglio specificata questione di sicurezza. McEntee era uno dei collaboratori di più lunga data del tycoon, con cui aveva lavorato sin dai primi giorni della campagna presidenziale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali