FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, sempre più persone distruggono le proprie armi da fuoco

Dopo la strage nel liceo di Parkland in Florida, costata la vita a 17 persone, in molti stanno facendo a pezzi le proprie armi aderendo alla campagna #oneless per chiedere una legge più restrittiva

Usa, sempre più persone distruggono le proprie armi da fuoco

Cresce il numero di persone che stanno distruggendo le proprie armi dopo la strage al liceo di Parkland in Florida (17 vittime), postando spesso le immagini sui social media sotto l'hashtag #oneless (una in meno). A fare da apripista è stato il video di un uomo di New York, che ha fatti a pezzi con una sega il suo fucile semi automatico Ar-15 (lo stesso tipo arma usata nella sparatoria di Parkland) pubblicato su Facebook. Il filmato è già stato visto da altre 17 milioni di persone.

La campagna si allarga - "Eccoci, altre 17 vite perdute, quando cambieremo? Quando faremo una legge che dice che forse un'arma come questa è inaccettabile nella società di oggi?", si è chiesto nel filmato Scott Pappalardo, 50 anni, da sempre un sostenitore delle armi ora pentito. "Il diritto di aver un'arma è più importante della vita di qualcuno?", ha aggiunto. Una donna in Connecticut lo ha emulato, distruggendo il suo fucile. E vicino al liceo di Parkland un altro uomo ha portato il suo fucile d'assalto alla polizia per metterlo fuori uso.

Usa, sempre più persone distruggono le proprie armi da fuoco

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali