FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, padre le nega i soldi per il fidanzato nero: lʼaiuto dal web

I genitori si rifiutano di pagare il college alla figlia se non rompe i rapporti con il ragazzo ma lei mette un annuncio di aiuto su Go Fund Me e trova il denaro

Usa, padre le nega i soldi per il fidanzato nero: l'aiuto dal web

Una bella storia di solidarietà arriva da Memphis, negli Stati Uniti, dove una ragazza, Allie Dowdle, ha chiesto e ottenuto l'aiuto della Rete per raccogliere i fondi necessari per poter continuare gli studi che i genitori le avevano negato a causa della sua relazione con un ragazzo di colore. La ragazza racconta l'accaduto sulla pagina di Go Fund Me dove lancia un appello di supporto economico attraverso crowdfunding che le permette di raccogliere 12.600 dollari in poche ore.

Allie e il suo fidanzato Michael erano insieme da un anno prima che lei svelasse la relazione ai genitori che però hanno reagito peggio di come si aspettava. "Mio padre non mi ha dato scelta: ha detto che dovevo smettere di vedere Michael e solamente perché è nero" ha scritto Allie. "Purtroppo, senza soldi non potrò frequentare il college, per questo sono costretta a rivolgermi a voi. Non mi piace dover chiedere denaro ma non ho alternative". L'inaspettata risposta è arrivata in meno di 24 ore attraverso una raccolta solidale a cui hanno contribuito più di 500 persone.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali