FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Usa, muore in diretta su Facebook colpito da un proiettile vagante: 700mila visualizzazioni

Antonio Perkins, 28 anni di Chigago, si stava riprendendo con lo smarphone mentre scherzava con gli amici, quando, allʼimprovviso è crollato a terra, centrato alla testa

La morte scorre in diretta sul social network. E' accaduto a Chicago. Gli ultimi minuti di vita di Antonio Perkins, 28 anni, sono stati trasmessi su Facebook Live e visualizzati da 700mila utenti. Il giovane si trovava con alcuni amici, quando ha iniziato a riprendersi con il suo smartphone. A un certo punto, ecco alcuni colpi di pistola: un proiettile vagante colpisce il 28enne alla testa. Antonio si sarebbe trovato al centro, al momento sbagliato e nel posto sbagliato, di un regolamento di conti fra band criminali.

Il giovane si trovava in strada con alcuni amici per passare la serata; si vede nel video da lui stesso registrato che beve un ultimo sorso da una bottiglia di superacolico. Si sentono all'improvviso dei colpi di pistola: Antonio cade a terra ferito a morte. Il cellulare, finito nell'erba, continua lo streaming.

La polizia esclude che Perkins appartenesse a una gang; l'ipotesi degli investigatori, che sono a caccia del killer, è che il giovane sia stato colpito per un regolamento di conti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali