FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Uragano Maria, cede diga a Porto Rico: allagate due cittadine

Lʼinvaso di Guajataca non ha retto dopo il passaggio dellʼuragano. Eʼ corsa contro il tempo per lʼevacuazione dei villaggi

Uragano Maria, cede diga a Porto Rico: allagate due cittadine

La diga di Guajataca, a Porto Rico, ha ceduto dopo il passaggio dell'uragano Maria e sta provocando alluvioni "estremamente pericolose", in particolare in due cittadine lungo il fiume, ora in corso di evacuazione: lo ha annunciato il servizio meteo Usa, citato da Bb. Il cedimento è avvenuto alle 14:10 locale, le 21.10 italiane, allagando subito le cittadine di Isabela e Quebradillas.

"Tutte le aree intorno al fiume Guajataca devono essere evacuate ora. Le vite di chi vive in quell'area sono in pericolo", l'appello lanciato dal National Weather Service. "E' una situazione estremamente pericolosa - prosegue - e ci sono autobus per evacuare la zona il più velocemente possibile".

L'evacuazione riguarda, in particolare, le comunità nordoccidentali di Isabela e Quebradillas, che contano circa 70.000 residenti. La diga di 316 metri si trova su un lago artificiale di circa 5 chilometri quadrati ed è stata costruita alcuni decenni fa. Secondo le prime informazioni l'opera ha "subito un cedimento strutturale". Intanto l'uragano Maria avanza e dopo la devastazione di Porto Rico punta a nord verso l'arcipelago delle Bahamas.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali