FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Tensione alle stelle tra Teheran, Tel Aviv e Damasco: nuovo raid israeliano in Siria

Lʼabbattimento da parte di Tel Aviv di un drone iraniano, partito dalla Siria, ha scatenato una vera e propria giornata di guerra

Tensione alle stelle tra Teheran, Tel Aviv e Damasco: nuovo raid israeliano in Siria

Tensione alle stelle tra Siria, Iran e Israele. L'abbattimento da parte di Tel Aviv di un drone iraniano, partito dalla Siria, ha scatenato infatti una vera e propria giornata di guerra sulle alture del Golan. Dopo lo "sconfinamento", Israele ha risposto con raid su obiettivi iraniani in Siria. L'antiaerea siriana avrebbe abbattuto quindi un F16 siriano. Nella tarda serata nuova risposta di Tel Aviv che avrebbe compiuto nuovi attacchi aerei. Almeno 6 i morti.

La giornata di "guerra" tra Siria, Iran e Israele - Sono le 4:30 di sabato mattina (un'ora prima in Italia) quando un drone iraniano partito dalla Siria e passato sopra la Giordania, secondo la versione del portavoce militare israeliano, entra nei cieli di Israele. L'aviazione lo lascia penetrare per 90 secondi, poi un elicottero Apache lo abbatte a Beit Shean, 30 chilometri a sud del Lago di Tiberiade. In seguito fonti siriane e iraniane sosterranno che questa versione è "menzognera". Il drone, viene affermato, era partito in volo per colpire "obiettivi Isis", in tutt'altra zona.

Subito dopo lo sconfinamento, attorno alle 05:30 otto jet F16 israeliani partono per Palmira (Tadmor), in Siria, e distruggono il veicolo iraniano di comando che aveva lanciato e seguito il volo del drone.

Sono circa le 6 quando sulle alture del Golan suonano le sirene dell'allarme missilistico. Poco dopo vicino al Kibbutz Harduf (Galilea) un aereo F16 si schianta al suolo. Dalla Siria si apprende che in precedenza l'antiaerea siriana aveva sparato 20-25 missili SA 5 e SA 17 contro i velivoli israeliani. "E' molto probabile sia stato abbattuto da uno di essi", dice una fonte dell'aviazione.

Sono circa le 11 quando, in seguito alla decisione presa nel corso di una riunione al ministero della Difesa, aerei israeliani colpiscono in Siria 12 obiettivi militari, 4 iraniani e 8 siriani. Fra questi ultimi, tutte le batterie dell'antiaerea siriane entrate in azione in precedenza provocando "danni ingenti", secondo l'esercito.

Nella tarda serata di sabato nuovi raid israeliani colpiscono l'aeroporto di Khalkhar nel sud della Siria e un deposito di armi vicino a Damasco. Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus), riportato dai media israeliani, almeno "sei membri del regime siriano e dei suoi alleati" sono rimasti uccisi nell'operazione dell'aviazione israeliana.

Netanyahu: "Nostro diritto difenderci", l'appoggio degli Usa - Il premier Benjamin Netanyahu ha denunciato: "l'Iran ha violato la nostra sovranità. E' nostro diritto-dovere difenderci e continueremo a farlo". Una posizione condivisa dagli Usa che, ha sostenuto il Pentagono, difendono "pienamente il diritto intrinseco di Israele a difendersi dalle minacce al suo territorio e al suo popolo". Il ministero degli Esteri di Mosca ha invece invitato alla "moderazione" tutte le parti in causa: "Consideriamo assolutamente necessario rispettare la sovranità e l'integrità territoriale della Siria e degli altri Paesi della regione".

Lo scontro ha fatto impennare la tensione nella regione e, secondo molti analisti, ha modificato anche il quadro militare sul campo. Israele ha parlato del più "vasto attacco" contro i sistemi di difesa siriani dal 1982 ad oggi, mentre gli Hezbollah libanesi filo-iraniani hanno ribattuto che con l'abbattimento dell'aereo si è aperta "una nuova fase strategica" e un "cambio degli equilibri" nella regione.

La versione di Iran e Siria sul drone abbattuto - Il comando militare congiunto iraniano-Hezbollah-siriano ha tuttavia definito "menzogne" che il drone partito dalla Siria abbia violato lo spazio aereo dello stato ebraico. Inoltre - ha aggiunto - e' stato colpito ad Homs, nella Siria centrale, mentre era in volo alla ricerca di "cellule dell'Isis". E il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Ghassemi, ha definito ridicolo l'annuncio di Israele di aver abbattuto un drone iraniano.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali