FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Strage di Orlando, lʼeco dellʼorrore nelle voci di chi è sopravvissuto al massacro del Pulse

Rosie: "Non ci potevo credere, poi ho visto sparare". Jillian: "Tutti calpestavano le persone a terra, sono ancora terrorizzata"

L'orrore della strage di Orlando rivive nelle testimonianze di chi era all'interno del Pulse al momento dell'assalto. Parole di dolore e di disperazione che raccontano il lago di sangue e la fuga tra i corpi di chi non ce l'ha fatta.

Strage di Orlando, i nomi e i volti delle vittime

ROSIE FEBA: "Ero nel locale con la mia fidanzata. A un certo punto mi ha detto che qualcuno stava sparando, tutti hanno iniziato a buttarsi a terra. Per un attimo non ci ho creduto, le ho detto che non poteva essere vero. Ero convinta che fosse solo un effetto dato dalla musica. Poi, invece, ho visto sparare".

JILLIAN AMADOR: "Tutti si calpestavano l'uno con l'altro. Mi sento malissimo, ho attacchi di panico, sono terrorizzata, non riesco più ad uscire di casa. All'inizio pensavo fossero fuochi d'artificio. Non ci potevo credere, poi ho visto i corpi a terra e la gente che correva".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali