FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Berlino, lʼautista polacco ha provato a deviare il Tir per evitare la strage

Ha lottato fino allʼultimo con lʼattentatore ma è stato ucciso con un colpo di pistola. Sbagliato anche un secondo fermo

L'autista polacco del Tir utilizzato per la strage di Berlino "avrebbe lottato fino all'ultimo" con l'attentatore e sarebbe stato "ancora in vita, nella cabina, al momento in cui il mezzo ha investito la folla". Intanto, dopo il pakistano rilasciato martedì, anche un secondo fermo compiuto dalle autorità si è rivelato "sbagliato".

Lotta per evitare la strage - Il terrorista "ha colpito più volte con un coltello" il 37enne polacco cui aveva rubato il Tir, il quale "si sarebbe aggrappato al volante" cercando di deviare il veicolo. Quando il veicolo si è fermato, l'attentatore avrebbe ucciso l'autista con un colpo di pistola e sarebbe scappato, sottolinea la Bild.

Nuovo fermo, ma sbagliato - A testimoniare la difficoltà nelle indagini è anche la notizia di un nuovo fermo avvenuto nelle prime ore di mercoledì mattina. "Anche questo fermato non è risultato essere l'autore" dell'attacco con il Tir al mercatino di Natale della Breitscheidplatz, spiega però sempre la Rbb. Martedì era stato rilasciato un profugo pakistano su cui si erano concretizzati sospetti della prima ora.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali